Home News Ciao Darwin, come funziona il gioco dei rulli che ha paralizzato un...

Ciao Darwin, come funziona il gioco dei rulli che ha paralizzato un concorrente

CONDIVIDI

Ciao DarwinCiao Darwin, come funziona il gioco dei rulli che ha paralizzato un concorrente. 

La trasmissione Mediaset Ciao Darwin è in queste ore al centro di un ciclone mediatico dopo le accuse del parente di un concorrente che sarebbe rimasto gravemente ferito durante la registrazione della puntata del programma nel famoso e famigerato gioco dei rulli. Questo gioco ufficialmente si effettua all’interno del cosiddetto Genodrome, un percorso ad ostacoli che comprende prove con le corde, piscine, passaggi nel fango e i famigerati rulli e che i concorrenti devono affrontare nel minor tempo possibile. Nel tempo gli incidenti sono stati diversi, ma mai nulla di paragonabile a quanto accaduto nell’ultima registrazione tanto che le ultime notizie arrivate fanno sapere che Mediaset ha momentaneamente sospeso la messa in onda del programma e della puntata nella quale avviene l’incidente in questione.

Ciao Darwin, cosa è successo al concorrente Gabriele

Nella stessa puntata in cui, stando a quanto riporta TvBlog un concorrente si sarebbe fratturato tibia e perone, il povero Gabriele avrebbe riportato un grave incidente alla schiena. A raccontarlo è stato il cugino del concorrente, Stefano Ambrosetti, che ha parlato a Il Messaggero. L’uomo ha spiegato che il cugino 54enne è stato operato con urgenza e si trova ancora ricoverato in terapia intensiva al Policlinico Umberto I di Roma: “L’operazione è perfettamente riuscita, ma dal momento della caduta a oggi, dal collo in giù è completamente immobile. Gabriele è vigile e cosciente ma non riesce a muoversi. Le sue condizioni sono critiche”. La diagnosi tremenda parla di schiacciamento di due vertebre, con una lesione al midollo che ha compresso il torace e compromesso la respirazione. L’accusa però non si ferma qui. Infatti stando a quanto racconta il cugino del malcapitato gli autori del programma hanno dimostrato grande insensibilità: “Hanno continuato a registrare nonostante un fatto così grave. Hanno continuato come se nulla fosse, tanto che sulla pagina Facebook di Ciao Darwin continuano a postare notizie scherzose”.