Home News Strage di Erba, Rosa Bazzi accusa Pietro Castagna: “Aveva i suoi motivi”

Strage di Erba, Rosa Bazzi accusa Pietro Castagna: “Aveva i suoi motivi”

CONDIVIDI
strage di erba
Rosa Bazzi parla di Pietro Castagna nella strage di Erba

Rosa Bazzi, condannata all’ergastolo assieme al marito Olindo Romano per la strage di Erba, accusa Pietro Castagna: “Litigava sempre con la sorella ed Azouz, odiava quel casino”.

A ‘Le Iene’ tiene ancora banco la strage di Erba. L’episodio di cronaca nera avvenuto nel dicembre del 2006 e che ha visto condannati come autori dell’eccidio i coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi continua a far parlare. Per via di quelli che sono tanti punti oscuri e quesiti che appaiono ancora senza risposta, a distanza di oltre 12 anni. In quella situazione furono uccisi a colpi di spranga e di coltello Raffaella Castagna e Youssef Marzouk, rispettivamente moglie e figlioletto del marocchino Azouz Marzouk. Ed anche la madre di lei, Paola Galli, e la vicina di casa Valeria Cherubini con il suo cane. Sopravvisse perché creduto morto il marito della Cherubini, Mario Frigerio. ‘Le Iene’ hanno raccolto negli scorsi mesi la testimonianza diretta di Olindo Romano, ed ora mostrano una intervista rilasciata a Rosa Bazzi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Strage di Erba, Rosa Bazzi contro Pietro Castagna

La donna incolpa Pietro Castagna della strage di Erba e parla di quello che potrebbe essere un potenziale movente. Dal carcere di Bollate, dove sta scontando l’ergastolo, la 56enne sostiene che Pietro Castagna, cognato di Azouz, potrebbe avere avuto degli interessi nell’attuare questo eccidio, assieme ad altri individui. ‘Le Iene’ ne parleranno in maniera più diffusa questa sera. “Pietro Castagna era in cattivi rapporti con la sorella e con Azouz. Lui e la sua famiglia dovrebbero sedersi al tavolo con me per vedere chi, tra me e lo stesso Pietro, è il vero colpevole. Lui litigava sempre con Raffaella ed Azouz, odiava quel casino”. Infine Rosa sottolinea comunque di non sapere se Pietro Castagna sarebbe stato capace di uccidere qualcuno. “Esattamente come nessuno può accusare me ed Olindo di questo”.