CONDIVIDI
salvini telecamere asili
Matteo Salvini esulta: “Altra promessa mantenuta, telecamere in asili e case di riposo per legge molto presto”

Il ministro dell’Interno e vicepremier, Matteo Salvini, rivela su Facebook con un post esplicito una novità che riguarda la sicurezza di bimbi ed anziani.

Questa mattina Matteo Salvini, leader della Lega nonché attuale vicepremier del Governo Conte e ministro dell’Interno, ha pubblicato un importante messaggio attraverso il suo profilo personale Facebook. Il leghista ha infatti dato notizia del fatto che nel breve volgere di pochi giorni diventerà legge la proposta avanzata nello scorso mese di ottobre di installare delle telecamere in alcuni luoghi sia pubblici che presumibilmente anche privati (in quest’ultimo caso occorrerà con tutta probabilità valutare alcuni aspetti). Nella fattispecie si tratta di asili e di strutture di accoglienza per anziani, come cliniche e case di riposo. La cosa si è resa necessaria alla luce delle continue notizie di maltrattamenti che troppo spesso emergono e che vedono in bambini ed anziani le vittime indifese di atteggiamenti odiosi ed ingiustificabili da parte di chi dovrebbe svolgere in maniera irreprensibili il proprio lavoro. Ma purtroppo a volte non è così.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Salvini esulta: “Telecamere per preservare bambini ed anziani, altra promessa mantenuta”

Matteo Salvini scrive su Facebook: “Telecamere negli asili e nelle case di riposo per proteggere bimbi ed anziani, ci siamo! Entro pochi giorni sarà finalmente Legge dello Stato: un’altra promessa mantenuta dalla Lega!”. Il messaggio è apparso su Facebook stamattina verso le 10:15. A questa comunicazione, Salvini ha allegato anche il fotogramma di una maestra d’asilo che minaccia un suo piccolo alunno. Il post ha ottenuto migliaia di interazioni tra ‘mi piace’, condivisioni e commenti. Giusto due giorni fa il leghista aveva parlato dell‘aggressione da parte di un extracomunitario ai danni di due agenti di polizia e di una guardia giurata a Torino. In questo caso aveva parlato di “tolleranza zero contro questi balordi”.