Home News Francesca De André: “Mio padre Cristiano ha sempre usato violenza”

Francesca De André: “Mio padre Cristiano ha sempre usato violenza”

CONDIVIDI

La figlia di Cristiano De André risponde al quanto dichiarato nei giorni scorsi da quest’ultimo, e lo accusa di non aver “mai fatto nulla per dimostrare amore”. 

La tanto attesa risposta è finalmente arrivata. Francesca De André, giovane concorrente del Grande Fratello 16 assieme a sua sorella Fabrizia, replica al post su Facebook del papà Cristiano. E lo fa con toni duri nei confronti del genitore, che – per chi non lo ricordasse – ha redatto una diffida formale contro Mediaset e le figlie per evitare che nel corso del reality si parlasse dei burrascosi rapporti della loro famiglia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il terribile rimprovero nei confronti del genitore

“Che schifo – esordisce Francesca De André -. Se c’è una persona che diffama è lui. Ha scritto un libro diffamatorio, pieno di menzogne. Io ho vinto una causa. Non deve inventare delle realtà. A lui piacerebbe passare per la vittima di turno. Le cose documentate vengono fuori. Basta scrivere il suo nome e cognome su Google. Ha picchiato donne, ha fatto incidenti non lucidi. Ho il cuore a duemila. Ci si vede in tribunale, non c’è problema”.

Dopo la diffida sopra richiamata, Cristiano De André, figlio dell’indimenticabile Fabrizio, aveva pubblicato un lungo post per spiegare i motivi della su intimazione legale. Ma Francesca De smentisce su tutta la linea le parole del padre, ribadendo quanto già dichiarato in passato. “Partiamo dal presupposto che se fosse esistita una famiglia non avrebbero avuto il bisogno di affidarmi ad una casa famiglia a Milano – puntualizza – . Io non ho mai incentrato il mio lavoro sulle diffamazioni contro di lui. Che la smetta subito. Non ha mai fatto nulla per dimostrare amore. Lui ha sempre usato violenza e l’ho dimostrato”. E attacca ancora: “Mio nonno diceva dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori, noi siamo nate dal letame”. Quindi conclude con il peggiore rimprovero che un genitore possa ricevere: “Non mi ha mai insegnato niente”.

EDS