Home News Alice nel paese delle meraviglie, il significato nascosto del cartone Disney

Alice nel paese delle meraviglie, il significato nascosto del cartone Disney

CONDIVIDI


Alice nel paese delle meraviglie, il significato nascosto del cartone Disney.
Il cartone della Disney tratto dall’opera di Lewis Carroll cela alcuni significati nascosti, come il viaggio dall’età infantile a quella adulta, la lotta contro il tempo, lo scontro tra razionalità e immaginazione, la ricerca di se stessi attraverso l’inconscio o c’è chi addirittura ha azzardato che si trattasse della descrizione dell’esperienza dell’individuo durante l’assunzione di droghe.

Alice nel paese delle meraviglie, tutti i simboli e le teorie che si celano dietro l’opera di Lewis Carroll

L’opera fu scritta da Lewis Carroll nel 1865 e i più piccini ma anche semplicemente gli appassionati del mondo dei cartoni animati firmati Disney ricorderanno senz’altro le strambe vicende e i bizzarri personaggi che incontra la protagonista di Alice nel paese delle meraviglie nel suo incredibile viaggio tra fantasia e realtà. Il Bianconiglio, la Regina di Cuori, il Cappellaio Matto, lo Stregatto e il Brucaliffo sono solo alcuni dei personaggi con i quali Alice si trova a confrontarsi nell’incredibile, affascinante e fiabesco mondo nel quale si trova a vivere la vicenda della quale è protagonista. Quale sarebbe però il significato più vero e nascosto che si celerebbe dietro questa storia e i suoi personaggi? Quali sono i valori simbolici che risulterebbero evidenti solo ad una seconda lettura? Alcuni hanno sostenuto nel tempo che quello di Alice simboleggi il viaggio inevitabile della crescita dell’individuo dall’infanzia all’età adulta e l’incessante lotta dell’uomo contro il tempo. Cammino quello della crescita in cui eterno è il dissidio tra la ragione e la fantasia. Per altri l’esperienza di Alice è un viaggio alla ricerca di se stessi attraverso l’interiorità più inconscia.

Alice nel paese delle meraviglie, il viaggio dell’individuo a contatto con le droghe

E’ stato negli anni ’60 invece che si è fatta strada la teoria, sicuramente più ardita, su questa favola della Disney. Secondo quest’ultima infatti il viaggio di Alice starebbe a significare l’esperienza fisica e mentale che l’individuo attraverserebbe a contatto con le droghe.
BC
Leggi tutti gli articoli su Google News