Virus intestinale sintomi: come riconoscerli e cosa fare

Virus Intestinale SintomiMolti italiani sono a letto con l’influenza e per molti di loro si tratta di un virus intestinale. Cerchiamo di capire quali sono i principali sintomi, come riconoscerli e cosa fare. 

Il virus intestinale o influenza intestinale è di fatto una gastroenterite che si presenta con alcuni classici sintomi difficilmente equivocabili e come ben sappiamo tutti piuttosto fastidiosi.

Virus intestinale sintomi, quali sono e come riconoscerli

I sintomi principali che confermano che vi siete presi un virus intestinale sono:

  • Diarrea acquosa con molte scariche. Si suddivide in ‘acuta’ quando si hanno più di tre scariche al giorno, ‘persistente’ quando le scariche proseguono per più di 14 giorni, oppure ‘cronica’ quando durano oltre i 30 giorni.
  • Mal di testa, dolore generalizzato a tutto il corpo e in particolare dolori muscolari e articolari;
  • Febbre
  • Vomito
  • Sudorazione eccessiva
  • Dolori o crampi addominali
  • Perdita di appetito e/o calo di peso corporeo

Non sempre ovviamente tutti i sintomi si presentano contemporaneamente o in egual misura di intensità.

Influenza intestinale, le cause

La causa principale è rappresentata solitamente dal rotavirus. Altre cause possono essere: norovirus, adenovirus, batteri come la salmonella, adenovirus di tipo 40 e 41; sapovirus e astrovirus.

Cosa fare in caso di virus intestinale

La cosa principale da fare sia nei bambini che negli adulti è garantire un’adeguata idratazione e dunque bere molto. Mangiare meno ed evitare per qualche giorno  il latte e i prodotti caseari, il caffè, l’alcool, la nicotina e gli alimenti grassi. E’ invece opportuno mangiare questi cibi: tè, tisane, riso, patata bollita, pesce. Se la febbre sale prendere tachipirina quando va oltre i 38.

Quando rivolgersi al medico

Quando diarrea e vomito persistono per più giorni, quando la febbre oltre i 38 persiste per più di tre giorni, quando i dolori addominali persistono e aumentano di intensità. In tutti questi casi è opportuno rivolgersi immediatamente al medico