CONDIVIDI

Maria Antonietta: "Lotto per tornare dai miei figli"Ustionata dall’ex marito, Maria Antonietta è ancora ricoverata in ospedale. In questi giorni lotta contro la propria condizione e contro il dolore subito per tornare ad occuparsi dei figli rimasti a casa.

La storia di Maria Antonietta, donna di Reggio Calabria bruciata dall’ex marito, è solo l’ultima di una lunga serie di violenze sulle donne commesse da uomini che erano in relazione con loro. La sua in particolare fa gelare il sangue nelle vene, visto che l’ex marito, ha eluso gli arresti domiciliari ad Ercolano ed ha percorso 400 chilometri con lo scopo di vendicarsi di lei, arrecandole un danno irreparabile e rischiando di ucciderla.

L’uomo adesso si trova in carcere, mentre Maria Antonietta è ricoverata all’ospedale di Bari, struttura specializzata in casi come il suo. La donna è cosciente che la sua vita non sarà più la stessa, sia per la violenza subita che per i segni che le lascerà sul corpo; ma non ne fa un dramma e cerca di andare avanti, spinta dai messaggi di supporto della gente, dalla vicinanza di amici e parenti e dalla voglia di tornare ad occuparsi dei figli.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Maria Antonietta: “Lotto per tornare dai miei figli”

Intervistata da ‘Storie Italiane‘, programma che ha seguito da vicino la sua vicenda, Maria Antonietta ha spiegato di essere nonostante tutto di buon umore: “Sto abbastanza bene stamattina mi sento abbastanza bene sono sincera, grazie a tutti quanti che ogni giorno mi caricate sempre di più, il mio obiettivo è quello di uscire e di farcela, e di tornare a casa dai miei figli”. Ad aiutarla in questo percorso di riabilitazione è stato soprattutto il padre, un uomo capace di farle trovare il lato positivo e sul quale dice: “Gli voglio un bene dell’anima”. Infine la donna parla del figlio più piccolo, ancora all’oscuro delle ragioni che l’hanno obbligata ad essere ricoverata in ospedale: “Mio figlio piccolo ancora non sa bene cosa sia successo, e mi auguro di sostenerlo quando scoprirà tutto, ce la faremo”.