CONDIVIDI
azouz marzouk strage erba
Azouz Marzouk, il processo per la stage di Erba gli avrebbe fatto perdere la pazienza per un motivo

Strage di Erba, secondo Beppe Castagna, cognato di Azouz Marzouk, quest’ultimo sarebbe su tutte le furie per le conseguenze del processo. E c’è dell’altro.

La strage di Erba continua a far discutere ancora, nonostante siano passati oltre 12 anni da quando avvenne il tutto. In quella circostanza morirono la Raffaella Castaglia e Youssef. rispettivamente la moglie ed il figlioletto di Azouz Marzouk, il marocchino che nel frattempo è parso convincersi della estraneità di Rosa Bazzi ed Olindo Romano. I due coniugi sono rinchiusi in due penitenziari diversi da circa una decina di anni per quel tragico caso di cronaca nera, ma ‘Le Iene’ indaga da tempo per cercare di spiegare il perché di alcune incongruità. E si è giunti anche all’ipotesi che i due stessero coprendo i veri autori della strage di Erba, in cui morirono pure Paola Galli, madre di Raffaella Castagna, la vicina di casa Valeria Cherubini ed il suo cane.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Strage di Erba, “Azouz non crede nella colpevolezza di Rosa ed Olindo”

A ‘Storie Italiane’, su Rai 1, parla il cronista de ‘Il Giornale’, Felice Manti, che pure crede nell’innocenza di Olindo e Rosa. “Ci sono dei grossi buchi neri nelle indagini, venuti fuori nel corso di questi anni. Qualcosa non è andata nel verso giusto e si richiede a gran voce un processo di revisione per cercare di stabilire se la verità e la giustizia abbiano trionfato. Cosa che a mio avviso non è avvenuta. Anche Azouz Marzouk pensa che gli imputati dichiarati colpevoli in realtà non lo siano“, conclude il giornalista. ‘Storie Italiane’ ha raccolto anche le parole di Beppe Castagna, cognato di Azouz. “Trovo assurdo che ci sia chi ritiene Rosa ed Olindo innocenti, ma ognuno crede a ciò che vuole. Si può credere alla Terra piatta, all’esistenza di Babbo Natale ed al fatto che dietro alla Strage di Erba ci sia un complotto. Ma da lì a passare ad infamare altra gente ce ne passa”.

“Marzouk infuriato perché non ha avuto un solo euro”

Beppe racconta anche di un “Azouz infuriato perché non ha ottenuto un solo euro di risarcimento dal processo. Semmai è stato Frigerio (sopravvissuto all’eccidio perché creduto morto dall’assassino o dagli assassini) ad aver ricevuto un indennizzo. Tra le ipotesi avanzate c’è stata pure quella di una farsa inscenata dai Castagna per questioni ereditarie. Cosa che Beppe smentisce con forza. “Questa è una grave assurdità, una cosa del tutto ridicola. In che modo avremmo potuto essere così astuti da compiere un delitto così efferato uccidendo tutti insieme? In famiglia avevamo fatto testamenti per evitare proprio delle conflittualità, ed io ed i miei fratelli eravamo soci di mio padre. È triste che ci sia qualcuno che pensa che per soldi io ed i miei cari avessimo potuto fare una cosa del genere”.