Home News Notre Dame, si indaga sul flop del sistema antincendio e sulle cause...

Notre Dame, si indaga sul flop del sistema antincendio e sulle cause del rogo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:18
CONDIVIDI
notre dame sistema antincendio
Il sistema antincendio della cattedrale di Notre Dame non ha funzionato, indaga la Procura di Parigi

Il sistema antincendio della cattedrale di Notre Dame non è entrato in funzione, la Procura di Parigi apre una inchiesta. E c’è una ipotesi sul perché sia scoppiato il rogo che ha divorato in breve tempo l’imponente struttura.

L’incendio di Notre Dame che ha devastato la ultrasecolare cattedrale in stile gotico lascia ora tanti interrogativi. Ed il primo è come mai l’allarme antincendio non abbia funzionato, facendo in modo che le fiamme divorassero una guglia. L’intervento dei vigili del fuoco non è stato tempestivo come invece sarebbe dovuto essere. Mentre c’è una risposta sul come mai non ci si sia avvalsi dei Canadairlcune operazioni sono state limitate poi dal fatto che la cattedrale di Notre Dame sorge in una zona centrale di Parigi, dove è difficile muoversi con autopompe ed altri mezzi pesanti. Ma è il sistema antincendio che non ha funzionato a dovere a finire sul banco degli imputati. All’interno della struttura erano presenti delle impalcature montate per poter procedere a dei lavori di restauro.

LEGGI ANCHE –> Notre Dame, l’incendio e l’incredibile profezia di Victor Hugo nel 1831

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Notre Dame, il sistema antincendio ha fatto flop: indaga la Procura di Parigi

Sembra quasi certo che il rogo sia stato favorito proprio da tali impalcature e dalle guaine di protezione del cantiere, unitamente alle coperture in legno. È questa l’idea di Guido Parisi, direttore centrale emergenze dei Vigili del Fuoco italiani, che all’AdnKronos ha fornito le proprie impressioni in merito a quanto successo di drammatico in Francia nelle scorse ore. La Procura di Parigi pare abbia già annunciato l’apertura di una inchiesta ufficiale per individuare eventuali responsabilità. Ci si chiede anche come mai non ci fosse alcun presidio pronto ad intervenire in caso di emergenza.

LEGGI ANCHE –> Notre Dame, privati della moda donano 300 mln per la ricostruzione – VIDEO