CONDIVIDI
Notre Dame, la copertina satirica di Charlie Hebdo
(Screenshot Video)

L’incendio che ha distrutto la cattedrale di Notre Dame è stato sottolineato con la classica linea satirica dalla rivista Charlie Hebdo.

In molti si sono chiesti se anche nel caso dell’incendio che ha distrutto uno dei monumenti simbolo di Parigi e della Francia, la rivista satirica Charlie Hebdo avrebbe mantenuto il consueto stile nel parlarne. Il giornale francese, vittima di un attacco terroristico nel 2015 a causa di una vignetta satirica su Maometto, è spesso al centro delle critiche per la durezza dei suoi titoli e delle sue copertine (come successo dopo la tragedia del Ponte Morandi).

Il direttore della rivista, però, non si cura delle critiche ricevute, rivendicando la propria libertà di stampa ed il proprio diritto a sottolineare gli eventi di cronaca, anche i più nefasti in modo satirico, linea editoriale che rappresenta l’anima della rivista stessa. Proprio per questo in molti si chiedevano se avrebbe fatto un’eccezione per il disastro di Notre Dame. L’eccezione non c’è stata, Charlie Hebdo è uscito in un’edizione straordinaria dimezzata per poter parlare proprio di quanto accaduto alla cattedrale gotica ieri sera, senza risparmiare una frecciata al Presidente della Repubblica Emmanuel Macron.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Charlie Hebdo, la copertina satirica sull’incendio di Notre Dame

Sulla copertina dell’ultimo numero di Charlie Hebdo viene disegnato Emmanuel Macron con le torri della cattedrale di Notre Dame avvolte dalle fiamme, al posto dei capelli. Il presidente francese dice: “Je commence per la charpante” (“Comincio dallo scheletro”). Il riferimento principale è chiaramente diretto al discorso che Macron avrebbe dovuto tenere sulle riforme e che è stato rinviato proprio a causa del tragico rogo della cattedrale. Lo scheletro è anche ciò che resta di Notre Dame dopo l’incendio, il punto dal quale dovranno cominciare i lavori di ricostruzione.