CONDIVIDI
massimo ferrero
Sampdoria-Genoa, Massimo Ferrero sbotta nel post-partita

Massimo Ferrero, noto per le sue uscite ‘variopinte’, è un fiume in piena dopo Sampdoria-Genoa di ieri. Tante bordate ai giornalisti, per un motivo preciso.

Ieri si è giocata la partita Sampdoria-Genoa, con il derby della Lanterna vinto dai blucerchiati per 2-0. Ma a fare notizia nelle interviste di rito post-gara sono state le parole di Massimo Ferrero, presidente del club di stanza a Corte Lambruschini. Da tempo il produttore cinematografico romano è in rotta con il tifo organizzato della sua squadra. Intanto però ieri ha voluto precisare alla stampa presente in zona mista al ‘Luigi Ferraris’, e non senza i suoi caratteristici toni coloriti, come con lui al timone la Sampdoria abbia vinto svariate sfide stracittadine contro il Genoa.”Chi è che ha scritto che è stato l’ultimo derby di Massimo Ferrero? Ultimo è solo un cantante. O il Capitano che arriva vi acchiappa tutti e vi porta al manicomio“, La mia Sampdoria ha vinto sei derby, sei! Poi uno l’abbiamo pareggiato ed un altro invece l’abbiamo perso un pò così, all’inizio della mia presidenza. E si sa, all’inizio si paga pegno”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Massimo Ferrero dopo Sampdoria-Genoa: “Non alzo il prezzo di vendita, caz**ri”

Il 67enne originario di Testaccio se la prende con qualche giornalista che a suo dire ha riportato delle notizie non vere in merito alle voci che circolano da qualche settimana in relazione alla possibile cessione della Sampdoria. La società ligure sarebbe entrata nel mirino di un fondo di investimento statunitense ‘York Capital’. Che pare sia interessato a rilevare anche il Palermo. Poi Massimo Ferrero ha sbottato con qualche epiteto pesante ed inconfondibile mentre andava via dalla zona riservata alle interviste della stampa. Ma prima ha concesso un’altra battuta riguardo alle voci di cessione della Sampdoria. “Chi vivrà vedrà, lascio a voi i caz**ri. E non dite ai tifosi che alzo il prezzo di vendita della Samp. Andate tutti aff…”.