Home News Non è l’Arena, Flavio Briatore vs Chiara Ferragni: “Idiota spendere soldi per...

Non è l’Arena, Flavio Briatore vs Chiara Ferragni: “Idiota spendere soldi per vederla”

CONDIVIDI
flavio briatore chiara ferragni
Flavio Briatore si scaglia contro Chiara Ferragni ed i suoi ammiratori: “Idiota chi spende 600 euro per incontrarla”

Ospite a ‘Non è l’Arena’, Flavio Briatore si scaglia contro il fenomeno degli influencer ed addita Chiara Ferragni come esempio negativo.

Flavio Briatore attacca Chiara Ferragni in maniera alquanto diretta. L’ex marito di Elisabetta Gregoraci se la prende con “i deficienti che spendono 600 euro per vederla”. Il riferimento dell’imprenditore piemontese è ai diversi eventi che prevedono la partecipazione della moglie di Fedez e che consentono ai fans disposti a spendere cifre spropositate di poterla incontrare. Era già avvenuto in passato con cene o caffè da consumare insieme a Chiara Ferragni. Ovviamente dietro lauto esborso. Flavio Briatore ha esternato quello che è il suo personalissimo pensiero durante l’ospitata avvenuta nella serata di ieri a ‘Non è l’Arena’ su La7, dopo aver accettato l’invito del conduttore Massimo Giletti. Il 69enne originario di Verzuolo, in provincia di Cuneo, ha criticato in maniera aspra l’ormai diffuso fenomeno degli influencer.

LEGGI ANCHE –> Sampdoria-Genoa, Massimo Ferrero insulta tutti: “Attaccatevi a questo” – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Briatore Ferragni, “Chi paga ‘sti deficienti?”

“Io vorrei davvero capire chi è che dà 600 euro a ‘sti deficienti”. La Ferragni aveva tenuto un corso di make-up che prevedeva anche il pagamento di tale cifra. E tutto questo rappresenta per l’ex manager di Formula 1, una prova tangibile del decadimento morale e del senso dell’etica e del dovere. “La colpa è tutta del cattivo uso che si fa del web e dei suoi strumenti. Social network in testa. Oggigiorno nessuno vuole più lavorare, nessuno ha la voglia di volersi dare da fare. Tutti sognano di voler diventare milionari fanca**isti. Questi strumenti distolgono le persone da quello che dovrebbe essere il lavoro di tutti i giorni”. Poi arriva un augurio da parte dello stesso Flavio Briatore. “Mi piacerebbe vedere qualcuno che è partito da zero – un imbianchino, un ragazzo – riuscire a fare impresa e ad affermarsi”.