Home News Dado, il comico aggredito da stalker 17enne della figlia minorenne – FOTO

Dado, il comico aggredito da stalker 17enne della figlia minorenne – FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:45
CONDIVIDI
dado aggressione
Il comico Dado svela il brutto episodio dell’aggressione subita

Lui è Dado e lo abbiamo visto in molte occasioni sia su Mediaset che sulla Rai: ha subito una violenta aggressione da un giovane maniaco.

Il comico Dado, noto per numerose sue partecipazioni in passato al ‘Maurizio Costanzo Show’ ed anche allo speciale ‘L’Anno che Verrà’ su Rai 1, è stato protagonista di una aggressione. È lui stesso a raccontare la vicenda. “Un giovane ha perseguitato mia figlia di 14 anni e poi mi ha aggredito”. La cosa andrebbe avanti dallo scorso mese di ottobre, con l’aggressore – un 17enne – che in tutto questo tempo aveva iniziato ad inviare alla ragazzina messaggi dal tono decisamente sgradevole. “Scriveva insulti e minacce in chat e sui social, parlava a mia figlia come se lei fosse una donna di strada”. Ma c’è anche dell’altro. Dado racconta infatti di aver trovato le gomme dell’auto bucate e con atti di bullismo subiti proprio dalla figlia, che si chiama Alice. “Tornava a casa con gli occhiali da sole rotti, ed in tutto questo gli insulti erano una costante, pesantissimi e volgari”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dado, il racconto dell’aggressione: “Questo giovane esagitato voleva investirmi”

L’artista si è anche confrontato con la famiglia del 17enne violento, oltre che con i vertici scolastici. L’adolescente ha subito una sospensione ed anche un provvedimento restrittivo. E si è arrivati all’aggressione subita da Dado qualche sera fa. Dopo che la figlia ha detto di no alla richiesta di un incontro, il ragazzo si è comunque presentato a casa del comico. E quando Dado è intervenuto, dopo aver sentito gli ennesimi insulti urlati in strada a squarciagola, è avvenuto il peggio. “Avevo avvertito la polizia, poi lui mi ha visto mentre fotografavo la targa del suo veicolo, uno di quelli che possono portare anche i giovanissimi senza patente. Ha tentato di investirmi in retromarcia, poi mi ha colpito con un pugno, direttamente dal suo posto di guida. Questa cosa deve essere nota a tutti perché è ora di fare qualcosa contro il bullismo”.