CONDIVIDI

muore il presidente del MontebellunaGrave lutto nel mondo del calcio: il presidente del Montebelluna è morto dopo aver accusato un malore mentre assisteva dalla tribuna alla partita del figlio.

Tragedia improvvisa domenica 7 aprile allo stadio del Montebelluna: il presidente della società calcistica, Marzio Brombal, è stato colpito da un malore improvviso che gli è stato fatale. Secondo quanto emerso dalla cronaca locale, Brombal stava assistendo alla partita delle giovanili a cui prendeva parte anche il figlio, quando improvvisamente si è sentito male. Un amico che era in sua compagnia lo ha immediatamente portato all’ospedale San Valentino di Montebelluna, dove è stato immediatamente ricoverato. Le cure mediche, però, non sono state sufficienti a salvargli la vita, un ulteriore infarto gli è stato fatale e Brombal è morto a 71 anni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Morto il presidente del Montebelluna: sotto shock tutta la comunità

La notizia dell’improvvisa dipartita di Marzio Brombal si è diffusa rapidamente nel montebellunese, dove tutti gli abitanti sono rimasti scioccati nell’apprendere la tragedia. Poche ore dopo il decesso dell’amatissimo presidente, la società Calcio Montebelluna 1919 ha voluto esprimere il proprio cordoglio postando su Instagram un messaggio di condoglianze per la famiglia: “Un grave lutto ha colpito la nostra Società. È venuto a mancare il Presidente Marzio Brombal. Tutto il Calcio Montebelluna 1919, sgomento per la perdita, si stringe attorno alla famiglia”. Marzio Brombal non era conosciuto solamente come presidente della società bellunese, squadra che attualmente milita nella Serie D del nostro campionato, ma anche come imprenditore di successo: questo infatti era presidente della società Sport Lab, azienda che si occupa della distribuzione italiana del marchio “Saucony“, brand francese molto in voga negli ultimi anni. In passato aveva lavorato come amministratore delegato della Diadora, noto marchio sportivo italiano.