CONDIVIDI
Indagati 5 funzionari
(Getty Images)

Clamorosa truffa ai danni della Rai da parte di alcuni funzionari della Zecca dello Stato: questi infatti fingevano di coniare i gettoni d’oro per le vincite ed ora sono accusati di truffa aggravata e falso in pubbliche forniture.

Si sono concluse oggi le indagini della Guardia di Finanza sulla mancata coniazione dei gettoni d’oro per i premi di alcuni programmi Rai. I finanzieri hanno scoperto che nel corso del triennio 2013-2016, nel quale la Rai e la Zecca avevano firmato un’accordo per la fornitura dei gettoni d’oro per i premi ai concorrenti, cinque dipendenti dell’istituto falsificavano le fatture fingendo di coniare le monete. I cinque indagati coniavano le monete solo nel caso in cui i concorrenti che avevano vinto il premio in denaro decidevano di non scambiare l’oro con la valuta corrente. Negli altri casi, invece, fingevano la produzione falsificando documenti di trasporto e verbali di produzione in cui figurava l’esatto ammontare del premio ricevuto dal concorrente in oro.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Fingevano di coniare monete d’oro, indagati 5 funzionari della Zecca

L’escamotage serviva ai funzionari per dimostrare che, grazie al loro lavoro, c’era un risparmio netto sull’acquisto dell’oro e dunque a raggiungere gli obbiettivi annuali che permettono lo sblocco di benefit per i dirigenti: ovvero in questo caso un bonus da 45.000 euro per ciascuno. Così facendo hanno creato danni economici enormi, sia la Zecca dello Stato che la Rai, infatti, emettevano per ogni transazione fasulla una fattura da 700.000 euro. Tra i programmi colpiti dalla truffa ci sono ‘La Prova del Cuoco’, ‘I Fatti Vostri’, ‘Affari Tuoi’, ‘Mezzogiorno in Famiglia’ e ‘L’Anno che verrà’. Concluse le indagini è stata presentata un’accusa per frode aggravata e falso in pubbliche forniture per i cinque ex funzionari.