CONDIVIDI
gratta e vinci
Un gratta e vinci spacciato per vincente crea il caos in una coppia di Ancona

Fa uno scherzo alla sua compagna per il 1° aprile, lei gli crede ma il biglietto del ‘gratta e vinci’ che in realtà non valeva nulla porta grossi guai.

Mai sottovalutare i possibili effetti nefasti che possono derivare da uno scherzo anche innocente. Lo ha imparato bene a suo spese – è proprio il caso di dirlo – un malcapitato giusto qualche giorno fa. Questi ha voluto burlarsi della compagna, approfittando del fatto che fosse il 1° aprile. Il fatto è successo in una zona residenziale alle porte di Ancona. Protagonista una coppia con lui 40enne e lei madre in giovane età. L’uomo aveva mandato alla compagna una foto di un gratta e vinci con il messaggio “Amore, tieniti forte: ho vinto 50 mila euro, stasera ti porto a cena”. Tanto è bastato allora per far si che la donna si armasse di carta di credito per passare un’intera giornata a fare compere. Lo shopping compulsivo l’ha portata ad acquistare numerosi beni di lusso, in base a quanto si apprende. Gioielli, scarpe, abiti e tutto quanto una donna è solita concedersi durante una sessione di compere sorretta da un conto in banca bello gonfio. Peccato che non fosse così.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Gratta e vinci, lo scherzo finisce davvero male per una coppia

Ed alla fine lo scherzo è finito davvero male, con tanto di litigio e di malore capitato a lei. C’è voluto un ricovero in ospedale per il forte choc emotivo ed il conseguente stress fisico, una volta che la giovane ha compreso che niente era vero. E che quella vincita al gratta e vinci in realtà non esisteva affatto. I due tra l’altro avrebbero fatto parlare di loro in passato per alcuni problemi legati con il gioco d’azzardo. La burla è partita dalla foto del biglietto ‘vincente’ inviata attraverso Whatsapp. Lei non ha voluto crederci, ma per convincerla, il partner le ha raccontato una storiella molto ben escogitata e si è fatto anche fotografare con il tagliando da un suo collega complice, con cui lavora in una azienda di trasporti locale. Pare che la fidanzata spendacciona sia riuscita a bruciare oltre 2mila euro in capi di abbigliamento, dando fondo a tutti i loro risparmi. Poi però, al rientro da lavoro dell’uomo c’è stata la confessione. Una cosa che ha fatto infuriare la donna al punto da scatenare una violentissima lite con tanto di oggetti scagliati e con la chiamata finale all’ospedale.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore