Home News Whatsapp e Telegram stanno cambiando il mondo della comunicazione ecco perchè

Whatsapp e Telegram stanno cambiando il mondo della comunicazione ecco perchè

CONDIVIDI

TelegramWhatsapp e Telegram stanno cambiando il mondo della comunicazione ecco perchè e cosa sta avvenendo nella vita di tutti i giorni di tutti noi. 

Sono entrambi servizi di messaggistica istantanea ed entrambi hanno rivoluzionato il nostro modo di comunicare con le altre persone rendendo tutto più veloce, gratuito e immediato, ma anche talvolta tutto molto e troppo presente nelle nostre vite. Quante delle comunicazioni che facciamo e di ciò che scriviamo su queste chat è davvero importante? Per quante di queste cose avremmo inviato un “costoso) sms? Per quante di quelle cose qualche anno fa avremmo alzato il telefono? Inutile negarne l’utilità, ma come tutte le cose che riguardano le innovazioni tecnologiche spesso si assistono a derive preoccupanti con persone che hanno perennemente gli occhi puntati sullo schermo dello smartphone e spesso guardano inebetiti una di quelle chat in attesa che qualcuno risponda loro, e, fondamentalmente, che qualcuno si accorga di loro.

Detto ciò Whatsapp lo conosciamo tutti abbastanza bene, mentre Telegram per il momento non ha avuto una diffusione così capillare. Cerchiamo di capire cos’è e come funziona.

Telegram, cos’è e come funziona

L’applicazione di messaggistica istantanea Telegram è stata ideata e realizzata da Pavel Durov e Nikolai Durov. La differenza principale con Whatsapp è il fatto che questa app è basata e risiede sul cloud. Grazie a questo potete entrare e consultare le vostre chat ovunque e da qualsiasi dispositivo. Il tutto anche simultaneamente. Molta attenzione poi è posta alla privacy con possibilità di creare chat segrete che utilizzano la crittografia end-to-end e la possibilità di eliminare messaggi inviati e ricevuti dopo un tempo stabilito e impostato dall’utente. Il terzo aspetto peculiare di Telegram è quello dei gruppi che possono contenere addirittura fino a 10mila membri con diversi livelli di privilegi, amministratori ecc…C’è poi anche l’opzione dei canali che sono simili ai gruppi ma che veicolano messaggi sempre pubblici.