CONDIVIDI

Osvaldo Dell’Anna si è spento ieri 1 aprile all’età di 39 anni: chi era il giovane e amatissimo dj originario del Salento morto di cancro.

osvaldo dell'anna
(Facebook)

Si è spento nella giornata di ieri a soli 39 anni il dj Osvaldo Dell’Anna, ritenuto uno dei personaggi simbolo della movida salentina. Residente da sempre a Surbo, alle porte di Lecce, la sua carriera inizia proprio nella cittadina salentina, nella discoteca Metropolis, ormai 16 anni fa. Col passare degli anni, diventa poi uno dei punti di riferimento tra i dj della zona, facendo ballare giovani e giovanissimi in tutto il Salento.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dalla musica al turismo: il successo di Osvaldo Dell’Anna

Tra le discoteche dove si è esibito praticamente fino all’ultimo il Blubay di Castro, il Ciak di Castrignano dei Greci, il Premiere, il Riobo e il Samsara beach, queste ultime tre a Gallipoli. Non solo: con gli anni, Osvaldo Dell’Anna aveva anche investito nel settore del turismo arrivando a gestire il lido ‘L’approdo’ di Torre Chianca, una delle marine leccesi. Il noto dj si è dovuto scontrare con la tragica realtà della malattia che lo ha travolto negli ultimi mesi, proprio quando stava vivendo uno dei più bei momenti della sua vita.

Infatti, a novembre scorso Osvaldo Dell’Anna – che si era sposato da poco – era diventato papà di due gemelli. Non ha avuto il tempo di godersi la gioia di essere padre che è arrivata la mazzata: il cancro che se l’è portato via in appena cinque mesi. Non si era però mai arreso e qualche tempo fa aveva scritto sui social: “La vera forza si misura nella capacità che hai di sorridere anche quando la vita ti rema contro”.

Il cordoglio social per Osvaldo Dell’Anna

Proprio sui social, in queste ore, è incessante il cordoglio per la morte del dj salentino. “Sono letteralmente senza parole e riesco a stento a prendere fiato… A me la Vita fa paura”, scrive Mattia. Valeria cita il poeta Pablo Neruda: “Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno. Né il primo né l’ultimo. L’unico”. Molto personale il ricordo di Errico: “Fai danzare gli angeli lassù, anche loro si muoveranno senza fermarsi mai su ogni tuo basso. Addio Osvaldo parleremo per sempre di te come una persona speciale, soprattutto umile che ha fatto divertire generazioni di giovani che oggi piangono affranti la tua triste dipartita”.

In uno dei suoi ultimi post pubblici, Osvaldo Dell’Anna si era autodefinito “un guerriero”, e i suoi tanti amici e conoscenti oggi piangono anche il guerriero che non c’è più, ma che non si era arreso. Commosso tra gli altri il ricordo di Alberto: “Ricorderò per sempre la tua umiltà ed eleganza che ti hanno contraddistinto in tutto e per tutto. Ricorderò per sempre il tuo sguardo e la mano destra verso il cielo. Ti porterò per sempre con me,nel mio cuore. Ciao Maestro”.