Home News Vladimir Luxuria contro Irama: “Non trasmettete la sua canzone in radio”

Vladimir Luxuria contro Irama: “Non trasmettete la sua canzone in radio”

CONDIVIDI
"Non trasmettete in radio quel pezzo"
(Instagram)

Vladimir Luxuria attacca il cantante uscito da ‘Amici’ Irama per il testo della sua ultima canzone che l’ex parlamentare ritiene un possibile invito alla transfobia.

In un periodo in cui sono numerose le polemiche tra comunità omosessuale e comunità cattolica per via della presenza del congresso internazionale delle Famiglie a Verona, Vladimir Luxuria cita come esempio negativo il cantante uscito da ‘Amici’ Irama. Ad aver attirato l’attenzione dell’ex parlamentare sull’artista è il testo della sua ultima canzone, intitolata ‘Stanotte’. In una parte del testo infatti si trova la frase: “Vorrei chiudermi in un bar, poi spogliarti sulla metro, fare a pugni con quel trans”.

Probabile che Irama abbia scelto la frase perché metricamente chiudeva bene la strofa, ma il messaggio che consegna a chi l’ascolta non è politicamente corretto e Vladimir ci tiene a fare notare come proprio simili frasi portano ad ostilità e razzismo nei confronti dei trans: “Forse bisognerebbe avere più cura dei messaggi che si lanciano. Perché poi i fan quelle parole si trovano a cantarle in coro durante un concerto. Tutti insieme a ‘fare pungi con quel trans'”, dice infatti Luxuria che poi conclude aggiungendo: “Non vorrei che qualcuno prendesse alla lettera quelle parole, perché di episodi di violenza contro i trans già ce ne sono molti”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La risposta di Irama alle accuse di omofobia

Irama  in realtà aveva già risposto alle accuse piovutegli addosso, spiegando di non essere omofobo e di aver inserito “Trans” piuttosto che “Etero” senza pensare ad un particolare odio verso la categoria (avvalorando l’ipotesi di una scelta metrica del vocabolo): “Non sono omofobo in quella canzone dico ‘Fare a pugni con quel trans’. Questa frase ha scatenato una piccola polemica che mi fa sorridere. Ci sono uomini, ci sono donne, ci sono transessuali e trovo davvero ridicole le persone che pensano che sia omofobo”. Questa risposta viene riportata anche da Luxuria su Twitter, ma per l’ex parlamentare la sua posizione non è credibile.