Wikipedia si oscura in Italia per protestare contro la legge sul Copyright

contro la legge sul CopyrightWikipedia ha deciso di oscurare le proprie pagine in Italia in forma di protesta contro l’approvazione della legge sul copyright che verrà votata domani dal Parlamento Europeo.

Continua la lotta di Wikipedia in difesa della libertà di produzione del web. Già lo scorso anno, ad inizio estate, l’enciclopedia informatica più conosciuta ed utilizzata su internet aveva deciso di allertare i proprio utenti del rischio che il Parlamento Europeo approvasse una legge dannosa nei confronti dei siti web che si occupano di condividere contenuti informativi. Per protesta aveva oscurato le proprie pagine, chiedendo agli utenti di sottoscrivere una petizione per far cambiare o far cancellare la legge.

In quella occasione il parlamento europeo aveva rimandato la votazione sulla legge, ritenendo che alcuni punti fossero da modificare per evitare di inficiare la libertà di scrittura e condivisione sul web. Dopo un iter politico durato alcuni mesi, domani i parlamentari sono invitati ad esprimersi sul testo di legge modificato. Anche in questa occasione, però, Wikipedia si esprime apertamente contro la legge, ritenendola lesiva della libertà autoriale degli utenti internet.

Wikipedia si oscura per protesta: la legge sul copyright

Il problema principale della legge, secondo quanto scritto dai gestori dell’enciclopedia, è legato all’obbligo di richiedere l’autorizzazione agli autori per una citazione, autorizzazione che potrebbe essere sottoposta ad un pagamento della fonte. Un tale sistema, nello scenario peggiore, pregiudicherebbe le possibilità di condividere i contenuti a chi inizia in questi giorni a muoversi nel campo dell’informazione e della scrittura in rete e non dispone né di contatti né di fondi necessari per procurarsi l’autorizzazione ad utilizzare i contenuti. Autorizzazione che potrebbe comprendere citazioni, link e video e dovrebbe, almeno in teoria, tutelare gli autori dallo sfruttamento indiscriminato dei propri testi e o opere in generale.

Per tale motivo Wikipedia ha oscurato le proprie pagine nuovamente e qualsiasi ricerca vogliate fare vi troverete di fronte un banner nel quale viene invitato chiunque volesse appoggiare la protesta a contattare i rappresentanti parlamentari italiani in Europa. Ecco di seguito la richiesta agli utenti:

“Il 26 marzo il Parlamento europeo voterà su una nuova direttiva sul diritto d’autore. La direttiva darà agli editori il potere di limitare la diffusione di notizie e titoli in ogni sito altrui (articolo 11). Costringerà inoltre quasi tutti i siti ad analizzare preventivamente ogni contributo dei propri utenti per bloccarli automaticamente se non autorizzati dalle industrie del copyright (articolo 13).

Entrambi questi articoli rischiano di colpire in modo rilevante la libertà di espressione, la partecipazione e la creatività online. Nonostante Wikipedia possa non essere direttamente toccata da queste norme, il nostro progetto è parte dell’ecosistema di internet. Gli articoli 11 e 13 indebolirebbero il web, e indebolirebbero Wikipedia”.

Fabio Scapellato