CONDIVIDI
Ragazza violentata, straniero abusa di lei nel parco
Ragazza violentata, straniero abusa di lei nel parco (Websource)

Un immigrato irregolare compie degli abusi su di una giovanissima dopo averla sorpresa con un coetaneo. Minacciata, la ragazza violentata è stata poi ferita.

Nelle scorse ore si è venuto a sapere del caso di una ragazza violentata sabato notte. Il fatto si è verificato all’interno del parco del Valentino, a Torino. La vittima ha 18 anni ed è stata circuita da un migrante irregolare, in base a quanto ricostruito dalla polizia che ha avviato una rapida indagine su quanto successo. La giovane si trovava in compagnia di un amico quando l’extracomunitario, un 30enne proveniente della Guinea, ha minacciato entrambi con una bottiglia di vetro. La 18enne pare si trovasse in un posto appartato per avere un approccio con il suo accompagnatore, quando il migrante li ha sorpresi. Sotto la minaccia di una aggressione ha poi sottoposto lei a degli abusi. Alla fine però per lo straniero sono scattate le manette: i poliziotti lo hanno individuato ed arrestato.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ragazza violentata, l’hanno trovato in evidente choc coi vestiti strappati

I giovani erano stati in discoteca per poi trovare un pò di tranquillità nel parco del Valentino, che è ritenuto il cuore verde del capoluogo piemontese. A fare scattare l’allarme è stato il giovane che si trovava con la ragazza violentata. Dopo aver sentito la sua breve testimonianza, è stato il personale di sicurezza della discoteca ad allertare le forze dell’ordine. E nel breve volgere di pochi istanti è arrivata una volante. La 18enne è stata trovata ferita, priva di scarpe e con i vestiti strappati. Era in evidente stato di choc ed è stata portata all’ospedale ‘Sant’Anna’ per ricevere le cure del caso. Per quanto riguarda il guineano, questi si è dato alla fuga ma senza lasciare il parco. Ha tentato di nascondersi nei cespugli lungo la sponda del Po, ma non è bastato per sfuggire agli agenti. Ora deve rispondere di abusi.