CONDIVIDI

Ora legale 2019, abolizione dell’ora solare: la decisione finale dell’Unione Europea. Se ne parla a pochi giorni dal cambio tra ora solare e ora legale con le lancette spostate avanti di un’ora.

ora legale
(Photo by Joe Raedle/Getty Images)

E’ da molto tempo che si parla di questa iniziativa. A settembre 2018 la Commissione Europea ha depositato la proposta di abolizione dell’ora solare al parlamento europeo in seguito ad un sondaggio effettuato in tutta l’Unione. In base a questo sondaggio l’84 per cento dei cittadini europei che vi ha preso parte ha richiesto l’abolizione del cambio orario tra legale e solare e si è pronunciato a favore l’abolizione dell’ora solare e per il mantenimento dell’ora legale per tutti e 12 i mesi dell’anno. “Abbiamo realizzato una consultazione pubblica e milioni di cittadini hanno risposto. Sono dell’avviso che in futuro debba essere l’ora estiva (ovvero l’attuale ‘ora legale’) a divenire la regola” aveva detto Jean Cluade Juncker. Ma a che punto siamo adesso?

Ogni Paese avrebbe dovuto votare a sua volta a favore o contro l’abolizione. Oggi la Commissione Trasporti e Turismo del Parlamento Europeo ha deciso che tutti i Paesi membri dovranno prendere una decisione definitiva entro il 2021 senza più alcuna proroga.

Ora legale 2019: ecco quando entra in vigore

L’ora legale 2019 entrerà in vigore fra pochi giorni, nella notte fra sabato 30 e domenica 31 marzo. Per la precisione alle 2 di notte le lancette andranno spostate di un’ora avanti, ossia alle 3. Purtroppo questo significa che dormiremo un’ora in meno, ma avremo per lo meno un’ora di luce in più nel pomeriggio. L’ora resterà in vigore fino a sabato 26 ottobre 2019.