Home News Lo scrittore Doninelli rivela: “Pesavo 140Kg, ecco come ne ho persi 50”

Lo scrittore Doninelli rivela: “Pesavo 140Kg, ecco come ne ho persi 50”

CONDIVIDI
"Ecco come ne ho persi 50"
(Screenshot Video)

Lo scrittore Luca Doninelli è riuscito a perdere 50 chili ed ha deciso di spiegare in che modo mettendolo per iscritto in un libro intitolato ‘La dieta sono io – come ho perso 50 chili definitivamente’.

Sin da quando aveva 16 anni, per Luca Doninelli il rapporto tra cibo e vita è stato un connubio indissolubile. Lo scrittore ha cominciato a mangiare in maniera ossessiva dopo aver subito una delusione d’amore: in seguito a quell’evento la sua vita è stata connotata da un rapporto di amore e odio per se stesso che si sublimava nel cibo. Adesso, a 63 anni, Doninelli è riuscito a trovare un equilibrio ed è riuscito al contempo a perdere 50 chili, questa volta in maniera stabile.

Compreso che la difficoltà nel perdere peso era legata ad un sentimento di frustrazione e di odio verso se stesso, lo scrittore ha deciso di mettere per iscritto il suo risultato e le sue considerazioni a riguardo in ‘La dieta sono io – come ho perso 50 chili definitivamente‘ per aiutare chi come lui non riesce ad uscire da una dipendenza potenzialmente letale. Proprio di questo ha parlato Doninelli con il ‘Corriere della Sera‘, in un’interessante intervista in cui spiega com’è mutato il rapporto con il cibo in correlazione con la considerazione di sé.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Doninelli: “La svolta l’ho avuta quando ho incontrato uno spacciatore”

Nell’intervista lo scrittore spiega di aver capito di odiarsi una sera guardandosi i piedi: pensava a quanto peso avessero dovuto sopportare in quegli anni e gli fecero pena. L’odio per se stesso era radicato, però, nelle proprie aspirazioni personali e nella frustrazione di non essere riuscito ad arrivare a certi risultati. L’aver capito questo non si è tradotto in una dieta risolutiva e immediata, il vero punto di svolta lo ha avuto durante un incontro sulla dipendenza in cui ha incontrato una persona le cui parole lo hanno profondamente colpito: “L’incontro con Luciano, uno spacciatore che ha perso 100 chili, conosciuto in un gruppo di autoaiuto. Mi ha detto che, morto suo padre, si è chiesto: grasso come sono, che aiuto posso dare a mamma? Aveva avuto pietà di sé e anch’io ho iniziato ad averne di me”. Disposto a cambiare definitivamente, lo scrittore ha seguito una dieta che, finalmente, ha portato a termine: “La chetogenica, che avevo già provato invano, -spiega Doninelli che poi aggiunge – ma ero diverso io e la dietologa Raffaella Monti non mi ha fatto sentire un ciccione schifoso”.