CONDIVIDI

Manifestazione dei Gilet Gialli e proteste in tutta la Francia: Parigi sotto assedio, bruciano gli Champs Elysées, corteo anche per il clima.

gilet gialli
(LOIC VENANCE/AFP/Getty Images)

Unità anti crisi in azione a Parigi per le proteste dei Gilet Gialli, scesi in strada per la 18esima settimana consecutiva: stavolta il clima è davvero di estrema tensione con mobilitazioni massicce questo sabato nella Capitale e in tutta la Francia. Soltanto a Parigi, la polizia ha già tratto in arresto 82 persone, ma le mobilitazioni continuano e la tensione pure.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La situazione a Parigi: scontri Gilet Gialli e altre manifestazioni

Quattro mesi dopo il lancio del movimento, il numero di manifestanti è diminuito nelle ultime settimane: 28.600 in Francia sabato scorso, contro i 282.000 del 17 novembre, durante l’atto inaugurale del movimento, secondo le cifre del Ministero degli Interni. Ma se a restare in piazza sono le frange più violente, la tensione non può che essere alta e nel mirino delle proteste sono finite le aree calde della Capitale: in particolare, si contano diversi feriti, almeno undici, oltre a decine di arresti e danni che è impossibile al momento quantificare.

Solo a Les Champs Elysées sono tredici al momento i chioschi che sono andati in fiamme. La protesta parigina dei Gilet Gialli coincide con la “Marcia del secolo” per il clima, la “marcia di solidarietà” contro la violenza della polizia e il “razzismo di stato”. La marcia del secolo, organizzata dal collettivo Citoyens pour le climat, partiva alle 14.00 da Opera direzione Place de la République dove sono previsti concerti e animazione. Per un breve tratto del percorso, i cortei in corso si sono incrociati e le frange più violente dei manifestanti hanno messo in atto una serie di azioni che ancora proseguono nonostante l’intervento massiccio delle forze dell’ordine. Inoltre, gli organizzatori della protesta dei Gilet Gialli hanno dimostrato solidarietà nei confronti degli altri manifestanti. Attraverso i social arrivano intanto le testimonianze dell’altissima tensione che si respira in queste ore.