CONDIVIDI
"ho perso 25 chili"
(Instagram)

Francesco Chiofalo torna a parlare dell’operazione subita per asportare una massa tumorale al cervello e spiega che a causa del periodo di riabilitazione ha perso 25 chili.

Nei mesi scorsi c’è stata grande apprensione per le condizioni di salute di Francesco Chiofalo, l’ex concorrente di Temptation Island, infatti, ha confidato ai follower di avere un tumore al cervello e di essere costretto ad un’operazione urgente. L’operazione è andata per il meglio e nei giorni successivi qualcuno ha instillato il dubbio che il problema avuto da “Lenticchio” non fosse poi così grave, suscitando la reazione indignata della madre del ragazzo.

Anche in una situazione così delicata, i leoni da tastiera sono riusciti a generare un putiferio, prima mettendo in dubbio la pericolosità dell’intervento subito da Chiofalo, poi tirando in ballo l’ex fidanzata Selvaggia Roma, la quale ha prima mostrato solidarietà nei confronti di Francesco e successivamente accusato lo stesso di averla maltrattata. Una situazione incresciosa, sulla quale, per fortuna, nel corso dei mesi è calato il sipario.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Francesco Chiofalo: “Ho perso 25 chili”

Superato il timore di non poter più camminare, Francesco è tornato piano piano alla sua normalità e da qualche giorno ha avuto il via libera per riprendere ad allenarsi e ad alimentarsi com’era solito fare prima dell’intervento. Proprio di questo periodo di inattività forzata ha parlato recentemente l’ex concorrente di Temptation Island: “Dopo l’intervento a cui mi sono sottoposto non ho più la stessa forma fisica con cui mi ricordate. Purtroppo per motivi medici non mi sono potuto allenare per mesi e ho dovuto bloccare completamente la mia dieta”, spiega il ragazzo che poi aggiunge: “Questo ha comportato un forte calo muscolare e quindi di peso. Attualmente ho perso intorno ai 25 kg”. In conclusione Chiofalo racconta ai follower le difficoltà incontrate in questo primo periodo di allenamento, difficoltà che non gli pesano più di tanto perché rappresentano un ulteriore passo verso la normalità.