CONDIVIDI

Disastro aereo in Etiopia, ecco quali compagnie in europa usano ancora il Boeing 737 Max, il velivolo messo ora sotto accusa per il suoi livelli di sicurezza. 

Boeing 737 Max
(JASON REDMOND/AFP/Getty Images)

Ieri si è verificata una vera e propria strage sul volo della Ethiopian Airlines caduto poco dopo il decollo da Addis Abeba. Le 157 persone a bordo sono tutte morte e tra loro c’erano anche 8 italiani. Ora sotto accusa è finito il Boeing 737 Max, l’aereo protagonista di questa drammatica vicenda. Al contrario di quanto molti potessero pensare si tratta di un mezzo molto utilizzato anche in Europa e perfino in Italia.

Boeing 737 Max, ecco quali compagnie lo usano ancora

Di questo velivolo appena caduto in Etiopia ne sono stati ordinati 5.111 modelli. La Boeing ne ha venduti moltissimi sottolineando quali fossero i suoi vantaggi: i costi contenuti, il risparmio di carburante rispetto ad aerei simili e le spese quasi inesistenti per addestrare i piloti al suo utilizzo. In Europa ne fanno largo uso compagnie come la Norwegian Air, Turkish Airlines, Qatar Airways, Air Europa, Icelandair. E in Italia ad utilizzarlo sono Air Italy e la low cost Flydubai.

In attesa di capire le esatte cause della caduta dell’aereo, del quale è stata da poco recuperata la scatola nera, ci si chiede se ci siano seri problemi di sicurezza in volo. Per il momento nessun ente preposto ha deciso di lasciare a terra i Boeing 737 Max. 

La Air Italy nel frattempo ha rilasciato un comunicato ufficiale e rassicurante: “Con riguardo al 737 Max 8 e a tutti gli aeromobili in flotta la compagnia si trova in piena conformità con le disposizioni delle autorità aeronautiche e alle procedure operative e direttive del costruttore. Siamo in costante contatto con le autorità e ne seguiremo le direttive con l’obiettivo di garantire un servizio improntato alla massima sicurezza del volo”.