Home News Vicenza: autista ubriaco colpisce famiglia, bimbo in condizioni disperate

Vicenza: autista ubriaco colpisce famiglia, bimbo in condizioni disperate

CONDIVIDI

Lei ha riportato solo qualche lieve ferita, mentre il bimbo, di soli 14 mesi, è gravissimo. L’autista alla guida del camion che li ha travolti era ubriaco. 

La loro unica colpa è quella di essersi trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato: in via Monte Grappa a Marostica (Vicenza), oggi pomeriggio intorno alle ore 17. E’ lì che una donna e suo figlio di soli 14 mesi sono stati travolti da un camion in fuga da un posto di blocco. Il mezzo ha centrato in pieno la mamma e il passeggino con il piccolo a bordo. L’impatto è stato naturalmente terribile: il bambino, in gravissime condizioni, è stato trasportato d’urgenza in elicottero dal 118 a Padova, mentre la madre è ferita ma non sarebbe – il condizionale è d’obbligo – in pericolo di vita.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La dinamica del terribile “incidente”

Come accennato, il camionista era fuggito da un posto di blocco della Polizia e aveva poi perso il controllo del mezzo, che viaggiava ad alta velocità, travolgendo le due povere vittime nei pressi di una curva. Il bambino è addirittura stato sbalzato dal passeggino a causa dell’urto, finendo a terra con le conseguenze che è facile immaginare. Il papà e l’altro figlio di 4 anni che si trovavano assieme a loro sarebbero invece rimasti incolumi. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia locale per far piena luce sull’accaduto, oltre ai Vigili del Fuoco. Il conducente del mezzo è stato subito fermato e condotto alla caserma dei Carabinieri: secondo alcune testimonianze era in stato evidente di ebbrezza da alcol.

Il camion in questione stava trasportando alcuni bancali in legno e si è andato a schiantare contro il muretto di un’area verde nei pressi della quale si trovava la famiglia. Dopo l’urto, sempre secondo testimonianze da confermare, il suo conducente avrebbe nuovamente tentato di darsi alla fuga. Ma i militari dell’Arma lo hanno prontamente bloccato, fermando anche il padre del bambino mentre cercava di avventarsi su di lui, impedendogli così di compiere qualche gesto sconsiderato.

EDS