Home Life Style Festa della Donna 2019: le frasi più belle e gli auguri da...

Festa della Donna 2019: le frasi più belle e gli auguri da inviare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:10
CONDIVIDI

Festa della Donna 2019: la frasi più belle da inviare via whatsapp o sms, gli auguri, i biglietti

Buona festa della Donna 2019! Cosa scrivere per fare gli auguri alle donne? L’8 marzo si festeggia il gentil sesso o meglio si ricorda con questa giornata quanto le donne siano state nel corso della Storia emarginate, umiliate, private di diritti, oggettivizzate e quante battaglie sono state fatte per conquistare un po’ di parità e quanto ancora c’è da fare. La strada infatti è ancora lunga. Quali auguri quindi sono i migliori da fare, le frasi più belle, il biglietto d’auguri migliore da inviare per whatsapp o per sms.

Leggi anche -> Festa della Donna 2019: cosa fare

Se domani migliaia di rametti di mimosa (virtuali e reali) saranno consegnati nella mani di donne di tutte le età a fare la differenza sarà quello che si dirà o che verrà scritto. Far colpo su una donna non è un’impresa facile, colpire la sua immaginazione e le sue emozioni neanche, ma con queste frasi belle vi sarà più facile.

Leggi anche -> Venerdì 8 marzo 2019: sciopero generale, stop a bus, metro e servizi

Auguri per la Festa della Donna 2019

Gli auguri da fare per la Festa della Donna 2019 sono inviti e desideri per un futuro radioso. Sono frasi che racchiudono l’importanza di essere donna e la speranza che questo sia sempre più un vantaggio nel mondo; che l’essere donna non significhi guadagnare di meno, essere un oggetto sessuale o solo un angelo del focalare; essere donna significa poter essere se stesse sempre e senza limitazioni di genere.

-Oggi è il giorno in cui il tuo essere speciale viene festeggiato da tutti. Auguri!

-Sii sempre chi vuoi essere: pugile o dama non importa, l’importante è che tu sappia di poter essere sempre chi vuoi!

-Senza di te il mondo non potrebbe esistere. Grazie di esserci.

-Tu illumini il mondo. E in questo giorno il mondo si accorge del suo sole. Auguri

-Sei donna. E in questa frase è racchiuso un universo immenso che nessuno mai potrà delimitare.

-Forza e fragilità, coraggio e pazienza, amore e perdizione. Un essere unico, speciale, a cui dire sempre grazie.

Frasi e aforismi per la Festa della Donna

La donna oltre a crearlo il mondo, lo fa anche girare. Per questo poeti e scrittori, ma anche artiste e scienziate, hanno scritto, detto o pronunciato frasi riguardo l’esser donne. Frasi importanti e belle, aforismi che restano nel tempo e sono perfetti come dedica per un biglietto d’auguri nel giorno della Festa della Donna.

– Se solo le donne comprendessero il proprio valore, la propria forza e la usassero per salvare i mariti, i fratelli e i figli. Per la salvezza di tutti gli uomini. [L. Tolstoj]

-Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza. [Rita Levi Montalcini]

-Una donna libera è il contrario di una donna leggera. [Simone de Beauvoir]

-Chi mai potrà misurare il fervore e la violenza del cuore di un poeta quando rimane preso e intrappolato in un corpo di donna? [Virginia Woolf]

-Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede un tale coraggio, una sfida, che non finisce mai.
[Oriana Fallaci]

Per tutte le violenze consumate su di Lei,
per tutte le umiliazioni che ha subito,
per il suo corpo che avete sfruttato,
per la sua intelligenza che avete calpestato,
per l’ignoranza in cui l’avete lasciata,
per la libertà che le avete negato,
per la bocca che le avete tappato,
per le ali che le avete tagliato,
per tutto questo:
in piedi, Signori, davanti ad una Donna.
[William Shakespeare]

CONDIVIDI
Articolo precedenteAmici, Alessandro Casillo canta in lacrime: ecco cos’è successo – VIDEO
Articolo successivoSuperEnalotto Lotto 10 e Lotto 7 marzo 2019: Numeri Vincenti LIVE
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.