Home News Stasera in tv, Made in sud: anticipazioni del 4 marzo

Stasera in tv, Made in sud: anticipazioni del 4 marzo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:28
CONDIVIDI
anticipazioni del 4 marzo
(Screenshot Video)

Questa sera andrà in onda su Rai Due la prima puntata della nuova edizione di ‘Made in sud’: anticipazioni del 4 marzo.

Torna con il primo appuntamento del 2019 l’appuntamento con la comicità tutta al meridionale di Made in Sud. Lo show comico della Rai quest’anno punta a rinnovarsi presentando al fianco della storica conduttrice Fatima Trotta un volto amato dai più giovani, ovvero quello del ballerino uscito da ‘Amici’, Stefano De Martino. Per lui, dopo l’esperienza come inviato a ‘L’Isola dei Famosi’, si tratta della prima esperienza alla conduzione di un programma. Ad accompagnare i due conduttori nella gestione della serata ci sarà la collaborazione fissa di Elisabetta Gregoraci e Biaggio Izzo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Made in Sud: anticipazioni del 4 marzo

Il cambio alla conduzione non sarà l’unico di questa edizione di ‘Made in sud‘, a cambiare infatti sarà il palco e la scenografia (quest’anno le 7 puntate vengono trasmesse dall’Auditorium del centro di produzione tv di Napoli) e sarà presentato un nuovo corpo di ballo, composto per l’occasione da 8 ballerine professioniste guidate dalla sapiente mano del coreografo Fabrizio Mainini. Per quanto riguarda invece i comici che si avvicenderanno sul palco, quest’anno i protagonisti saranno: Mino Abbacuccio, gli Arteteca, Mariano Bruno, Paolo Caiazzo, i Ditelo Voi, Enzo e Sal, Gino Fastidio, Ciro Giustiniani, Simone Schettino, Antonio D’Ausilio, Peppe Laurato e Rosaria Miele, Francesco Albanese, Peppe Iodice, Francesco Paolantoni, Max Cavallari.

Riguardo alla nuova esperienza, Stefano De Martino si è detto emozionato ma pronto a stupire il pubblico con un approccio rilassato e disinvolto. Sul programma poi, l’ex ballerino ha confidato a ‘Tv, Sorrisi e canzoni’ che quegli sketch a prima vista improvvisati sono frutto di duro lavoro: “In realtà la maggior parte degli sketch sono preparati e studiati nel dettaglio. Ho imparato che la comicità è una cosa molto seria. Infatti abbiamo testato gli sketch in un teatro di Napoli con il pubblico pagante”.