Tragedia in Thailandia: coppia di italiani schiacciata da un’autocisterna – VIDEO

Per Ilaria Risso Giuliano De Santis quella che doveva essere una spensierata vacanza “esotica” in compagnia dei loro amici è finita in un’assurda tragedia.

Avevano tanto desiderato quella vacanza con gli amici in Thailandia. Ilaria Risso, e Giuliano De Santis, 37 anni lei e 41 lui, erano riusciti a coronare il sogno. Stavano trascorrendo giorni felici a Chumphon, nel sud del paese, quando diventati loro malgrado protagonisti di un’assurda tragedia, tanto più grande quanto inaspettata.

Mentre viaggiavano entrambi a bordo di una moto, un’autocisterna a un incrocio nell’imboccare la curva si è ribaltata e li ha letteralmente schiacciati (la drammatica scena è stata ripresa da un video che vi proponiamo qui di seguito). Per i due giovani, purtroppo, non c’è stato nulla da fare. A causa del ribaltamento del grosso veicolo, migliaia di litri di carburante si sono riversati sulla strada, il che hanno reso le operazioni di soccorso ancor più difficili e rischiose: qualsiasi innesco (anche un banale mozzicone di sigaretta) avrebbe potuto provocare un’esplosione, aggravando il già pesantissimo bilancio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il dolore dei parenti e degli amici

Giuliano De Santis, dottore commercialista e laureato in Economia e Commercio alla Bocconi di Milano con 110 e lode, gestiva assieme al fratello alcune strutture ricettive di famiglia: vari bed & breakfast, monolocali e una masseria tra Parabita e Gallipoli, mentre Ilaria Rizzo era una psicologa e psicoterapeuta nota non solo nella sua Brindisi, ma anche a Lecce, Pescara e Chieti, dove esercitava la professione.

I familiari della sfortunata coppia sono già partiti alla volta della Thailandia per riportare Giuliano e Ilaria a casa e dar loro degna sepoltura. Aspettavano il loro ritorno e, com’è facile immaginare, sono sotto choc per quanto accaduto. Intanto sui social si moltiplicano i commenti increduli e disperati di chi li conosceva e, purtroppo, non li rivedrà mai più.

EDS