Home News Chi è Marco Giallini: età, carriera e vita privata dell’attore

Chi è Marco Giallini: età, carriera e vita privata dell’attore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:09
CONDIVIDI
età, carriera e vita privata dell'attore
(Screenshot Video)

Scopriamo chi è Marco Giallini: età, carriera e vita privata di uno degli attori più apprezzati dell’intero panorama cinematografico italiano.

L’attore romano Marco Giallini è reduce dal successo ai botteghini dell’ultimo film in cui ha recitato ‘Non ci resta che il crimine’ e sarà quest’oggi ospite di spicco della puntata di ‘Verissimo’, durante la quale parlerà della sua carriera del prossimo film in uscita ‘Domani è un altro giorno’ e della sua vita personale. Non molti sanno, infatti, che l’attore è stato colpito da un terribile dramma quando la moglie è morta improvvisamente in seguito ad una forte emicrania. Grazie al suo talento, Giallini negli ultimi anni si è imposto al grande pubblico, diventando uno degli attori italiani più apprezzati anche dalla critica.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Marco Giallini: età, carriera e vita privata dell’attore romano

Nato a Roma il 4 aprile 1963, Marco Giallini si è interessato alla recitazione in età adulta. A differenza di molti colleghi che cominciano ad avere esperienze teatrali già da bambini o in età adolescenziale, infatti, lui ha cominciato a studiare recitazione a 22 anni, quando è entrato a far parte dell’Accademia Drammatica di Roma ‘La Scaletta’. Non passa molto tempo prima che i professionisti del settore si accorgano del suo talento, nel 1986 ottiene una piccola parte cinematografica ne ‘I Grandi Magazzini’ e l’anno successivo in ‘Rorret’. Questi primi anni, però, sono principalmente dedicati al mondo del teatro in cui ha l’opportunità di lavorare con alcuni dei più grandi artisti dell’epoca come Arnoldo Foà, Adriano Vianello e Ennio Coltorti.

Al lavoro in teatro si affianca anche un periodo personale molto felice, Marco si sposa con Loredana nel 1993. Due anni dopo arriva anche il primo ruolo di una certa rilevanza al Cinema, quando viene scelto per recitare in ‘L’anno prossimo vado a letto alle dieci‘. Proprio questo ruolo gli apre le porte per il mondo del cinema, nel 1998 (anno in cui nasce il suo primo figlio Rocco) recita in una pellicola di Marco Risi (L’ultimo Capodanno) ed in una di Claudio Caligari (regista che ha esordito con ‘Amore Tossico’). Inizia un periodo di lavoro intenso (durante il quale nasce anche il secondo figlio Diego) che viene sublimato nel 2012 con ‘Acab‘ di Sollima, film per cui riceve il primo Nastro d’Argento.

Nel 2013 è colpito dalla tragica morte della moglie, scomparsa improvvisamente a causa di quella che si è presentata come una semplice emicrania. Nonostante il dolore continua a lavorare e ottiene un altro Nastro d’Argento per il ruolo da protagonista in ‘Tutta colpa di Freud‘. Il successo di pubblico e critica si ripete nel 2016 per l’interpretazione in ‘Perfetti Sconosciuti‘ un ruolo per cui riceve sia il Nastro d’Argento che il Ciak d’Oro come miglior attore protagonista.