Uomini e Donne, Claudia a Lorenzo: “Tu lo sai che dovrei dirti di no”

"Lo sai che dovrei dirti di no"
(Screenshot Video)

Uomini e Donne, Claudia decide di presentarsi al castello dopo che Lorenzo ha rifiutato Giulia per lei. Quando entra in scena però gli dice: “Tu lo sai che dovrei dirti di no”.

Ieri sera è andata in onda la puntata speciale di ‘Uomini e Donne‘, La Scelta, in cui Lorenzo Ricciardi aveva il difficile compito di decidere chi tra Giulia e Claudia sarebbe stata la sua compagna. Durante la serata Lorenzo ha mostrato di essere legato ad entrambe le ragazze, ma alla fine ha scelto Claudia (come da pronostico social), dunque si è diretto al castello per attendere la risposta della corteggiatrice.

Per circa dieci minuti Lorenzo è rimasto in trepidante attesa, aveva paura che il suo atteggiamento avesse fatto scappare la donna che amava e che il suo amore non sarebbe stato corrisposto. Il nervosismo e la paura crescono quando al momento di capire se la scelta sarebbe stata condivisa la tenda rimane chiusa più del dovuto, Lorenzo è convinto di aver perso Claudia. Mentre il tronista comincia a disperarsi, la tenda si apre e appare la bella corteggiatrice che però pone la mano avanti e chiede a Lorenzo di non affrettarsi a trarre conclusioni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Uomini e Donne, Claudia: “Dovrei dirti di no, ma come faccio?”

Prima che Lorenzo si avvicini, Claudia gli dice: “Tu lo sai che dovrei dirti di no” e Lorenzo annuisce sconsolato, ma la corteggiatrice rompe gli indugi e aggiunge: “Ma come faccio”. A quel punto tra i due scatta un romantico bacio a favor di telecamere e accompagnato da “Will always Love You” di Whitney Houston. Un momento di grande commozione che per la presenza di telecamere, musica e corte con tanto di bardo vestito a tema all’interno di un castello risulta leggermente artificiale. Dopo il bacio Claudia si stringe l’ormai fidanzato e gli dice: “Sei sicuro? Mi hai fatto passare una giornata infernale, sono stata in ansia. Mia madre e io eravamo le uniche negative”.

Gestione cookie