Al Bano contro Mahmood: “Quelli come lui uccidono la melodia italiana”

quelli come lui stanno uccidendo la musica italianaAlla lunga schiera di critici che hanno espresso la propria disapprovazione per Mahmood e la sua canzone, si aggiunge anche Al Bano.

Non è certo una novità che la canzone vincitrice del Festival di Sanremo crei un dibattito e che la maggior parte del pubblico disapprovi la scelta della giuria, ma mai come quest’anno la polemica è stata accesa e furente. Secondo molti spettatori la vittoria sarebbe dovuta andare ad Ultimo ed alla sua ‘I tuoi particolari‘, canzone di certo in linea con le vincitrici degli anni passati. D’altronde il televoto aveva assegnato ad Ultimo quasi il 50% delle preferenze, ed era ovvio che molti ci sarebbero rimasti male. La vittoria di Mahmood sarà una scelta in controtendenza, ma premia l’originalità della base, uno stile nuovo ed orecchiabile ed un testo profondo nonostante sia criptico. Questo non significa che debba incontrare i gusti di tutti (non incontra quelli della maggior parte), ma è perfettamente in linea con la linea di cambiamento sposata dal Festival già dalla scelta dei partecipanti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Al Bano contro Mahmood: “Quelli come lui uccidono la melodia italiana”

Alla lunga lista di chi non ha gradito la canzone di Mahmood si è aggiunto nelle scorse ore anche Al Bano. Il cantante pugliese, ospite di ‘Un Giorno da pecora’ ha detto: “Mahmood e quelli come lui stanno uccidendo la melodia italiana”, quindi ha specificato meglio la sua posizione per evitare che qualcuno lo fraintendesse: “Soldi è simpatica, per carità. Secondo me però, con tutto il rispetto per tutti coloro che fanno rap e trasp, ma questi stanno uccidendo la melodia italiana. O è l’Italia che sta andando verso il rap, oppure si è americanizzata concedendosi degli schemi verbali in italiano”.

Insomma Al Bano non ha nulla contro il ragazzo o la canzone in particolare, bensì con l’evoluzione della musica italiana che ha perso la sua tipicità per uniformarsi allo stile americano. In un secondo momento, però, si esprime sulle polemiche riguardanti la votazione e dice: “A me la Giuria d’Onore una volta mi ha fatto perdere un primo posto e un’altra volta mi ha escluso da Sanremo. Il televoto? Il Festival appartiene agli Italiani ed è giusto che siano loro a votare…”.