CONDIVIDI
(Websource / archivio)

Un ennesimo, tragico incidente stradale, stavolta in Lombardia, è costato la vita a una ragazza di soli 25 anni.

Un’altra giovane vita è stata spezzata nella tarda notte di domenica da un incidente stradale avvenuto a Vignate, piccolo comune alla periferia milanese, in un tratto in curva della provinciale 161. La vittima è Chiara Venuti, una ragazza di 25 anni residente da anni con la sua famiglia in Lombardia per via del lavoro dei genitori, entrambi impiegati nelle Ferrovie, ma originaria di San Giorgio di Gioiosa Marea (Messina). La tragedia ha fortemente colpito anche la comunità di Gioiosa, dove la notizia della morte della ragazza è giunta come un fulmine a ciel sereno.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La cronaca del tragico schianto

Quella maledetta notte, intorno alle ore 3.30, Chiara Venuti era a bordo della sua Renault Clio insieme a due amiche, e stava viaggiando sulla strada provinciale 161, quando la vettura si è improvvisamente scontrata con un’Audi A6 guidata da un uomo di 59 anni. La Renault è rimasta gravemente danneggiata nell’impatto ed è finita fuori strada, contro un blocco di cemento.

Nello violentissimo scontro l’abitacolo dell’auto della ragazza si è accartocciato su se stesso. Chiara è morta sul colpo e ogni tentativo di rianimarla è stato purtroppo inutile. Le amiche che viaggiavano con lei sono rimaste gravemente ferite: una delle due, quella che ha riportato le lesioni più serie, è stata trasferita al San Raffaele di Milano, mentre l’altra ragazza è stata ricoverata al San Gerardo di Monza.

Il 59enne al volante dell’Audi è invece rimasto illeso. I medici lo hanno trasportato in ambulanza all’ospedale di Melzo, dove è stato visitato, e poi ascoltato dai Carabinieri e sottoposto all’alcol test, che avrebbero dato esito negativo. Non appena le condizioni delle amiche di Chiara saranno migliorate, gli inquirenti sentiranno anche la loro versione dei fatti allo scopo di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. I rilievi, stando a quanto riferito, sono stati eseguiti dai Carabinieri di Cassano d’Adda.

La venticinquenne era studentessa universitaria di Lingue, ma aveva già avuto nel Milanese diverse esperienze di lavoro, tra cui quello di hostess in occasione dell’Expo. Tutti la ricordano come una ragazza animata da grande buona volontà e amor proprio. La famiglia, ben ambientata in Lombardia, è sempre rimasta molto legata al paesino d’origine, dove è molto conosciuta e stimata.

EDS