CONDIVIDI
Cyril Thereau video luci rosse
Tiene banco il caso di Cyril Thereau e di un video a luci rosse (websource/archivio)

Il video a luci rosse che riguarda Cityl Thereau e che circola in queste ore sul web sarebbe stato girato proprio dal calciatore, che avrebbe ammesso tutto.

Nelle ultime ore Cyril Thereau è stato travolto da un bizzarro episodio che ha raggiunto quasi le proporzioni di uno scandalo. L’esperto attaccante francese, passato da pochi giorni dalla Fiorentina al Cagliari nell’ambito del calciomercato invernale 2019, è apparso in un video a luci rosse con due suoi amici. Si tratta rispettivamente di un uomo ed una donna, con il 36enne francese impegnato nelle vesti di ‘regista’. Thereau infatti riprende i due che stanno avendo un rapporto completo. Non si conoscono i soggetti in questione, ne il luogo e la data in cui il video incriminato è stato realizzato. Al termine però la camera dello smartphone passa in soggettiva ed inquadra un individuo che subito è parso avere le fattezze di Thereau. Adesso è saltato fuori un audio nel quale proprio il calciatore transalpino sembra fornire una parziale spiegazione.

Thereau e il video a luci rosse: “È di 4-5 anni fa”

Quel filmato risale a 4-5 anni fa quando giocavo con l’Udinese. Non so in che modo sia uscito fuori, adesso è un casino”. Ma anche questo file audio sarebbe tutto da verificare. Thereau in esso sembra rivolgersi ad un amico. “Davvero non so come sia stato possibile. Avevo cancellato tutto, non ce l’ho più ‘sta roba sul telefono. Al massimo l’avrò conservato in memoria per due settimane e neppure me ne ricordavo. Non so come sia spuntato fuori, forse da iCloud, non ne ho idea. Ma adesso è troppo tardi e tutti stanno parlando solo di questo”. In un primo momento si era ipotizzato che l’uomo inquadrato durante il rapporto potesse essere il giovanissimo Alban Lafont, portiere titolare della Fiorentina e connazionale di Thereau, con il quale ha condiviso in viola la prima parte della corrente stagione prima che l’attaccante venisse ceduto al Cagliari.