CONDIVIDI

"Hai innovato il festival"Il Festival di Sanremo targato Baglioni sta andando alla grande. Tra gli ammiratori del lavoro del direttore artistico si aggiunge Celentano che gli tributa il merito di aver innovato la kermesse.

Il Festival di Sanremo si accinge ad andare in onda per la quarta sera di fila con una puntata che si preannuncia ricca di emozioni e ospiti degni di nota. Nonostante non si sia ancora arrivati alla conclusione di questo percorso, è già tempo di fare un bilancio sull’andamento dei primi appuntamenti e sulla qualità generale dello spettacolo. Bilancio che appare positivo in termini di ascolti: ieri è stato raggiunto il 46,7% dopo il record di ascolti della terza serata con il 51,9% (il più alto dal 1999). Lo stesso può dirsi per il giudizio generale della critica che apprezza sia le canzoni che il livello medio dello spettacolo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Sanremo, anche Celentano apprezza e si complimenta con Baglioni

Alla lista di ammiratori di questo festival e del lavoro portato a termine da Baglioni si è aggiunto in queste ore anche Adriano Celentano. Il molleggiato, costretto al riposo da un male di stagione, ha potuto assistere a tutte e tre le serate finora andate in onda e ha apprezzato le scelte compiute dal collega: “Bravo Claudio! Per la seconda volta hai centrato in pieno l’obiettivo che è quello di aver dato finalmente una svolta al Festival”. Celentano, che di Sanremo ne ha visti e vissuti, mette a paragone il lavoro compiuto dal direttore artistico a quello di un icona del Festival: “Un festival che fu giusto fino a che c’era Baudo. Dopo di lui, il crollo. Finché non sei apparso tu”.

L’artista non si sofferma a giudicare le canzoni in gara poiché meritano, a suo avviso, altri ascolti per essere apprezzate a pieno, ma, di primo acchito, ha comunque sviluppato delle preferenze: “Non sono in grado, dopo due sole performance, di giudicare le canzoni a parte l’accattivante brano di Daniele Silvestri e il bellissimo testo del bravo Cristicchi”. Il resto dei complimenti sono per il padrone di casa, capace di innovare la kermesse sanremese e riportarla agli antichi fasti: “Però so riconoscere il vento che pulisce e spazza via il pericoloso immobilismo di chi ti ha preceduto”.