Home News Fabio Rovazzi, la dedica al papà morto è da brividi: commozione al...

Fabio Rovazzi, la dedica al papà morto è da brividi: commozione al Festival

CONDIVIDI

Commozione a SanremoChiamato da Baglioni come ospite della terza serata del 69° Festival di Sanremo, Fabio Rovazzi fa commuovere tutti quando dal palco fa una dedica da brividi al papà scomparso.

Non solo i big in gara con le loro canzoni, il Festival di Sanremo è anche intrattenimento, ci sono momenti di cabaret, momenti di riflessione ed altri di grande commozione. L’approdo sul palco di ieri sera di Fabio Rovazzi è stato tutto questo insieme: il cantante/comico ha intrattenuto il pubblico con le proprie canzoni, mettendo loro allegria con i testi spensierati e auto ironici (ha cantato due grandi successi come Andiamo a Comandare e Volare), ha scherzato con il conduttore ed alla fine ha fatto commuovere e riflettere tutti con una dedica al padre Stefano, scomparso nel 2010.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Fabio Rovazzi: “Sanremo ha così tanto share che forse il messaggio ti arriva lassù”

Ironico e spigliato sul palco, Fabio Rovazzi è nel privato una persona timida e riservata. Le notizie sulla sua vita privata non trapelano quasi mai sui media persino quando c’è stata la rottura con Fedez da lui non sono mai provenute grandi esternazioni pubbliche o sui social, oppure interviste fiume in cui spiegava nel dettaglio cosa fosse successo. Data questa natura schiva e riservata, probabilmente non molti erano a conoscenza del lutto che lo ha colpito nel 2010, quando il padre Stefano è morto senza che lui potesse dirgli addio.

Proprio per rimediare a quella mancanza (involontaria), Fabio ieri ha voluto dedicare la sua presenza sul palco di Sanremo al padre e nel farlo non ha perso la consueta ironia: “Vorrei lanciare un messaggio a una persona che non sento da qualche anno. Però Sanremo ha uno share così alto che forse arriva fino a lassù. Caro papà non so come contattarti ed è anche un po’ colpa tua, volevo salutarti perché l’ultima volta non ho fatto in tempo”. Un messaggio commovente che mostra un lato del carattere di questo ragazzo solamente percepito. Probabilmente è proprio per questo suo essere prima di tutto un bravo ragazzo, un uomo con una sensibilità spiccata che Rovazzi, anche non dovessero piacere le sue canzoni, è amato da tutti.