CONDIVIDI

Emiliano Sala, recuperato un corpo dall’aereo in condizioni estreme. E’ quanto riferiscono negli ultimi minuti fonti britanniche. 

emiliano sala
La vicenda drammatica di Emiliano Sala vede le dure accuse della sua fidanzata

L’ Air Accident Investigation Branch che si è occupato del caso della scomparsa del velivolo che trasportava il calciatore Emiliano Sala ha fatto sapere che un corpo è stato recuperato dal relitto dell’aereo inabissatosi nella manica. L’ex giocatore del Nantes avrebbe dovuto giocare nel Cardiff City, ma il suo viaggio partito dalla Francia non è mai atterrato sul suolo britannico. Le autorità spiegano come il corpo sia stato recuperato in “condizioni estreme” specificando poi che “l’operazione è stata portata a termine nel massimo rispetto dei resti e tenendo costantemente informate le famiglie”. Adesso si attende l’esame del medico legale che dovrebbe portare all’identificazione del corpo che potrebbe essere quello di Sala oppure quello del pilota dell’aereo. Impossibile invece recuperare i rottami del velivolo. Restano però le immagini girate dal veicolo sottomarino che ha trovato l’aereo nei fondali della Manica. Con quei video si dovrebbe poter ricostruire l’accaduto e capire le cause dell’incidente. anche se ovviamente non sarà affatto un lavoro semplice.

Nei giorni scorsi la sorella e un amico di Sala hanno insistito spiegando di indagare meglio sui motivi per i quali Sala si trovasse proprio su quell’aereo facendo intendere neanche troppo velatamente che potesse esserci qualcosa di molto strano dietro alla sua morte.

Le dure accuse dell’amico di Emiliano Sala

Maximiliano Duarte, un amico argentino di Emiliano Sala, ha infatti spiegato ad América Noticias: “C’è una grande verità dietro tutto questo ed è che c’è un colpevole, perché Emiliano non avrebbe mai scelto di salire sull’aereo. Ha fatto parte di tutti quegli obblighi che si accettano come calciatori professionisti. Se la colpa è del suo agente? Sì, totalmente. Emi avrebbe voluto fare le cose con più calma, me lo disse lui stesso prima di partire”. Si tratterebbe di accuse che trovano riscontro anche nelle parole pronunciate dal presidente del Cardiff City, Mehmet Dalman: “Ci eravamo offerti di prenotargli un volo commerciale, ma lui ha fatto un’altra scelta. Non posso dire chi ha organizzato il volo, perché non lo so, ma certamente non è stato il Cardiff City”. Le accuse dell’amico di Sala sono indirettamente rivolte a Willie McKay, intermediario nelle trattative fra Nantes e Cardiff. Dalla stampa inglese, si apprende poi che il pilota del velivolo, David Ibbotson, 59 anni, morto insieme a Emiliano Sala, era privo di licenza commerciale per la guida