CONDIVIDI

È stato ufficialmente annunciato: il reboot del cult televisivo Beverly Hills 90210 è in lavorazione. Il progetto dovrebbe però presentarsi con spoglie diverse da quelle originali, sveliamo quali segreti cela la nuova-vecchia serie di casa CBS.

La notizia della rinascita di Beverly Hills 90210 apparve magicamente tra le notizie pre natalizie più interessanti della CBS tv, la vera sorpresa fu la volontà della major televisiva di reinserire tutto il vecchio cast principale nel progetto, cast che non si trovava a recitare coralmente dai primi del Duemila e che, salvo ricorso ad un ringiovanimento digitale, non sarebbe apparso poi tanto sbarazzino davanti ad un totale rifacimento della serie. L’uso di attori nello stesso progetto artistico, dopo il passaggio di diversi anni da un periodo di lavorazione ad un altro, come fece anche Twin Peaks, è un modo molto poco ortodosso e pulito per rendere l’incanutimento verosimile e naturale. Diciamo un metodo sagace ed economico per risparmiare le spese del trucco. La nuova produzione CBS con Beverly Hills si carica sulle spalle un duplice impegno: il primo, quello più arduo, riconquistare il vecchio pubblico appassionato ad una serie ormai cult e che potrebbe mal rispondere ad un reboot e secondo, avvicinare ad una serie degli anni ’90 anche il pubblico più giovane, ormai molto legato alla realtà della serialità televisiva.

Beverly Hills 90210, novità di febbraio e le risposte degli attori.

Il primo febbraio l’attore Tori Spelling si è espresso riguardo il reboot, chiarendo quali sarebbero state le novità:

“Non si tratterà tecnicamente di un reboot, perché secondo me tutti hanno già visto un reboot e nessuno vuole vedere le versioni più vecchie di noi stessi; ma tutti vogliono vederci interpretare i nostri vecchi personaggi.” 

La serie non dovrebbe quindi essere un reboot vero e proprio, ma una sorta di falso documentario, tecnicamente definito mockumentary (come The Office, Modern Family e Parks and Recreation), atto a riprendere la vita degli attori mentre impersonano i loro personaggi di Beverly Hills 90210, il tutto con un probabile stampo parodistico. In poche parole, promette bene. Ora la domanda che tutti ci siamo posti è: cosa ne pensano i vecchi attori di Beverly Hills dell’ultima idea della CBS tv?

Beverly Hills 90210, ecco le risposte degli attori

I primi dubbi nascono proprio dai primi attori principali, la coppia Brenda Walsh e Dylan McKay (rispettivamente Shannen Doherty e Luke Perry), si sono detti interessati ma davanti ad impedimenti che potrebbero nuocere alla loro partecipazione al reboot. La Doherty ha detto che ci penserà (nell’ultimo periodo era stata malata di cancro, ora fortunatamente sconfitto) e la troupe le ha riferito che sarebbero felicissimi di accoglierla. Luke Perry è invece momentaneamente impegnato con la serie Riverdale, ma ha promesso che girerà tutti gli episodi che può.

Jennie Garth, Kelly Taylor, si è detta subito interessata alla parte, dopo aver già partecipato alla serie sequel 90210.

Jason Priestley, interprete di Brandon Walsh, si è detto interessato anche se molto attivo a livello televisivo, al momento con lo show Private Eyes. 

Gabrielle Carteris, la nerd Andrea Zuckerman innamorata di Brandon Wash, al momento è presidentessa del SAG-AFTRA, un associazione che fonde Screen Actors Guild e American Federation of Television and Radio Artists. Dovrebbe partecipare al reboot.

Tori Spelling e Brian Austin Green, la Donna Martin e David Silver della serie, rappresentano le certezze per il nuovo mockumentary CBS. La Spelling si è subito attivata per sponsorizzare la nuova serie, dopo aver partecipato a So Notorius e True Tori, la rivedremo presto in azione nei panni di Donna. Lo stesso vale per Brian Austin Green, dopo una carriera saltuaria e il matrimonio con Megan Fox, ritroviamo l’attore nei panni di David Silver.

Ian Ziering, lo Steven Sanders di Beverly Hills, tornerà col reboot. La star ha nel frattempo recitato nel cult trash Sharknado, per ben cinque film, e sta per prendere parte al film  Swamp Thing, firmato DC World.