Home News Allarme influenza, picco massimo raggiunto: aumentano casi e decessi

Allarme influenza, picco massimo raggiunto: aumentano casi e decessi

CONDIVIDI
allarme influenza contagio
Allarme influenza arrivato: per l’ISS siamo nel pieno del picco di contagio (websource/archivio)

L’allarme influenza è scattato: secondo l’Istituto Superiore di Sanità abbiamo raggiunto il periodo critico. Ed i casi di decesso sono sono saliti.

È arrivato il tanto temuto picco dell’influenza. I casi registrati durante la scorsa settimana sono stati 832mila. Si tratta del numero massimo riscontrato nell’arco di un periodo di sette giorni da ottobre ad ora. Arco di tempo che annualmente è caratterizzato dalla presenza del virus influenzale nelle sue varianti A/H1N1 e A/H3N2. I dati sono ufficiali ed a fornirli è l’ISS, Istituto Superiore di Sanità, tramite il bollettino di sorveglianza epidemiologica Influnet. Il numero delle persone rimaste a letto da inizio autunno ad oggi si aggiorna così a circa 4.478.000. Non mancano anche i casi mortali, con 39 decessi e 191 casi gravi. In queste situazioni le vittime sono in larga parte anziani o comunque over 50, con un sistema immunitario già provato da altre situazioni in corso e/o senza vaccino contro l’influenza.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Allarme influenza, in aumento i contagi: le regioni più colpite

L’ISS sostiene che “con tutta probabilità la curva epidemica ha raggiunto il suo apice, con una sindrome influenzale che è aumentata nella scorsa settimana”. L’intensità raggiunta si attesta ora sul grado ‘alto’, con una incidenza di 13,8 casi ogni mille abitanti. Anche il numero di bambini colpiti dal virus dell’influenza è andato aumentando. Del resto proprio le scuole ed altri luoghi di aggregazione rendono il proliferare di questo malanno di stagione più probabile. Tra le zone più colpite in Italia figurano le seguenti regioni: Piemonte, provincia autonoma di Trento, Emilia-Romagna, Umbria, Marche, Abruzzo, Campania e Calabria. Non mancano comunque i metodi attraverso i quali difendersi dal virus influenzale. Tra le misure di cautela proposte c’è quella di cambiarsi spesso d’abito.