CONDIVIDI

morti e feriti, arrestata una donnaStrage a Parigi: un palazzo prende fuoco nella notte, inquilini bloccati tra le fiamme, i vigili del fuoco stanno lavorando per spegnerle. Il bilancio già grave (8 morti e 31 feriti) è destinato ad acuirsi.

Ad un mese di distanza dall’esplosione in pieno centro della Boulangerie, Parigi vive nuovamente delle ore d’inferno: nella notte un palazzo che si trova nel 16° arrondissement, tra rue Erlanger e rue d’Accueil. L’incendio, ritenuto di possibile natura dolosa, è scoppiato intorno alle 5 di notte e sono rimaste coinvolte una quarantina di persone: 8 i morti e 31 i feriti, di cui uno pare sia in condizioni gravi. In queste ore i vigili del fuoco hanno lavorato alacremente per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza la zona: due palazzi vicini a quello divorato dalle fiamme sono stati evacuati, mentre quello in cui si è sviluppato l’incendio presenta fiamme ancora al 7° e all’8° piano.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Strage a Parigi: qual è la situazione attuale

Si apprende inoltre che il numero delle vittime è destinato a salire, pare infatti che alcuni degli inquilini dell’immobile siano ancora bloccati sul tetto del palazzo, dove si sono rifugiati per sfuggire alle fiamme. Una situazione disperata che pare sia stata causata volontariamente da qualcuno: in queste ore la gendarmerie ha arrestato una donna, al momento però non è possibile sapere con quali capi d’accusa. Una volta che verrà domato l’incendio, investigatori e vigili del fuoco esamineranno il palazzo per trovare la causa dell’incendio e determinare se è stato di natura dolosa o causato da un cortocircuito. Al momento non sono note le generalità delle vittime, come sempre la Farnesina lavorerà di concerto con le autorità locali nel caso in cui tra i decessi ci siano dei cittadini italiani. A dicembre, quando è esploso lo stabile, è rimasta coinvolta una ragazza siciliana, Parigi è infatti una città che accoglie molti nostri concittadini in cerca di lavoro.