CONDIVIDI

La nuova edizione di Sanremo vanta partecipanti incredibili, tra questi troviamo il celeberrimo cantautore napoletano Nino D’Angelo e il suo brano Un’altra luce. Scopriamo chi è.

Nino D’Angelo, nome d’arte di Gaetano D’Angelo, nasce a Napoli il 21 giugno 1957. Primo di sei fratelli, Nino nasce a San Pietro Patierno (NA) da padre operaio e madre donna di casa. Dopo un’infanzia difficile passata a causa delle modeste condizioni economiche della sua famiglia, Gaetano lascia definitivamente la scuola e comincia a lavorare come gelataio e cantante ai matrimoni. Il giovane passa i momenti di svago alla Galleria Umberto e partecipa, per mettere alla prova le sue capacità vocali, alla manifestazione Voci Nuove di Napoli. La sua performance attira l’attenzione e l’entusiasmo di molti conterranei, tanto da rendere molto fruttuosa la pubblicazione del suo primo album: A storia mia – ‘O scippo (1976)

Nino D’Angelo, vita privata e carriera dopo ‘A storia mia

Gaetano si sposa giovanissimo nel 1979 insieme alla compagna Annamaria Gallo. Il cantautore ha due figli: Antonio, nato nel 1979, e Vincenzo, nato nel 1983. Nel 1981 il poliedrico Nino debutta nella settima arte con il film Celebrità, alla quale seguiranno L’ave maria e Lo studente. A queste pellicole ne seguiranno molte altre, consolidando la carriera attoriale di Nino in tutto il sud Italia. Ma sarà la pubblicazione di ‘Nu jeans e ‘na maglietta ad iniziare il fenomeno nazionale di Nino D’Angelo (il film terrà testa a Flashdance sul botteghino italiano). Nel 1983 pubblica due album che lo lanciano nel panorama nazionale: Sotto ‘e stelle e Forza campione. La canzone Napoli, dal film Quel ragazzo della curva B, diventa l’inno ufficiale dei tifosi napoletani. Nel 1988 pubblica l’album Il cammino dell’amore.

Nino D’Angelo, la malattia e gli anni Duemila

L’improvvisa morte dei genitori, nel 1990, porta Gaetano in una profonda depressione. Questa influenza si ripercuote anche sui suoi componimenti, che non toccano più le sole faccende amorose ma anche tematiche più intime (brani come …e la vita continua e Tiempo), che colpiscono notevolmente la critica. Nel 1996, il cantante napoletano approda alla Mostra del cinema di Venezia insieme alla regista Roberta Torre con il cortometraggio Vita a volo d’angelo, opera cinematografica molto apprezzata al festival. Dopo una carriera artistica invidiabile, tra partecipazioni musicali e attoriali, Nino si sposta al Festiva di Sanremo nel 2010 insieme a Maria Nazionale con il brano Jammo ja. Il 24 giugno 2017 Nino ha festeggiato i suoi sessant’anni, insieme ai suoi numerosi fan, in un concerto allo stadio San Paolo di Napoli. Nino D’Angelo parteciperà alla sessantanovesima edizione del festival dei fiori, insieme al giovanissimo Livio Cori, con il brano Un’altra luceFestival di Sanremo 2019: quando inizia, cantanti in gara e ospiti