CONDIVIDI

Aereo sospetto nei cieli italiani, due caccia Eurofighter in volo per intercettarlo: ecco cosa è successo pochi minuti fa. 

aereo

Non è la prima volta che capita e come sempre la procedura è la medesima. Però fa sempre un certo effetto sapere che mentre noi conducevamo le nostre vite normali come sempre sulle nostre teste ci sono stati momenti di alta tensione tra un aereo sospetto e due caccia italiani che si sono subito alzati in volo per intercettarlo.

Il fatto è avvenuto oggi pomeriggio nei cieli del Veneto. Un aereo non identificato stava sorvolando a bassa quota, a velocità ridotta e senza alcuna autorizzazione l’Italia centrale. Nell’incertezza di cosa si trattasse due caccia F-2000 Eurofighter dell’Aeronautica militare si sono alzati in volo dalla base aerea di Istrana (Treviso) e hanno raggiunto quello che poi si è scoperto essere un velivolo ultraleggero che era decollato dall’aviosuperficie di Torre Alfina (Viterbo) ed era diretto a Bolzano. I militari si sono avvicinati non senza difficoltà ad un aereo così più lento di un jet militare, hanno identificato l’aeromobile civile e si sono assicurati che il velivolo avesse ripreso i contatti radio con gli enti del traffico aereo dato che fino a quel momento il pilota non aveva comunicato la rotta del suo aereo a nessuno facendo scatenare così l’allarme generale che, lo ricordiamo, prevede il decollo di due caccia Eurofighter in un tempo che va da cinque a quindici minuti massimo.