CONDIVIDI

bimba uccisaVicenza, mamma getta a terra la figlia neonata e la uccide: era nata da tre giorni. 

Dramma a Vicenza dove una donna è stata arrestata ed è piantonata in ospedale dopo che ha ucciso la figlia nata soltanto tre giorni fa scaraventandola con forza a terra.

Leggi anche –> Mamma suicida nel Tevere, ecco dove potrebbero essere le gemelle

Vicenza, infanticidio: mamma arrestata

La bimba di soli tre giorni è morta la scorsa notte all’ospedale San Bortolo di Vicenza. Erano troppo gravi le ferite subite e i medici non hanno potuto far nulla per salvarla. Il gravissimo episodio è avvenuto nella notte a Lisiera di Bolzano Vicentino. La mamma infanticida ha 41 anni e dopo aver gettato a terra la bimba ha tentato il suicidio ferendosi alla gola con un coltello. L’intervento del marito e padre della piccola ha fatto sì che non morisse. L’uomo ha immediatamente chiamato il 118 e i soccorsi sono arrivati in pochi minuti. La bimba poi è morta all’alba, la donna è ricoverata nel reparto di psichiatria piantonata dai militari. I Carabinieri della compagnia di Thiene si stanno occupando delle indagini del caso.

Troppo spesso in questi casi si parla con facilità di depressione post partum quando si va a ricercare le cause di questo gesto. Dal nostro punto di vista è troppo complesso ciò che c’è dietro a eventi di questo tipo e non ci sentiamo in grado di esprimere giudizi che spesso si rivelano eccessivamente affrettati. Ciò che ci sentiamo di dire è che secondo tutti i medici difficilmente una semplice depressione post partum porta all’infanticidio. Spesso c’è dietro una situazione psicotica precedente alla quale si aggiungono elementi contingenti legati allo scarso aiuto da parte dell’ambiente esterno, anche quello più vicino dei parenti.