Home News Giallo di Senago, cadavere murato: rivelata l’identità

Giallo di Senago, cadavere murato: rivelata l’identità

CONDIVIDI
Giallo Senago
Giallo Senago (screenshot video)

Giallo di Senago, alle porte di Milano, cadavere murato in una villa: rivelata l’identità dell’uomo, a chi appartengono i resti trovati.

C’è una novità importante nel giallo di Senago, in provincia di Milano. Qualche giorno fa, infatti, gli operai che lavoravano in una casa si sono ritrovati di fronte le ossa di uno scheletro umano. Il mistero era fitto e non era chiaro come quel cadavere fosse finito lì. Col passare dei giorni, si sono fatte avanti diverse ipotesi e si è arrivati ora a risalire all’identità di quello scheletro.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

A chi appartengono i resti trovati a Senago

Quei resti appartengono a Lamaj Astrid, albanese scomparso nel gennaio 2013 da Genova quando aveva 41 anni. L’uomo – stando a quanto sostengono gli inquirenti – sarebbe stato “indubbia vittima di evento violento”. Proseguono le indagini per risalire alle precise cause della morte. A condurle, ci sono i militari dell’Arma dei Carabinieri di Monza, coordinati dalla Procura brianzola.

Trattandosi di un evento violento, il fascicolo aperto è per omicidio. Le indagini, dunque, dovranno soprattutto appurare chi ha ucciso il 41enne albanese ormai sei anni fa. La villa dove sono stati scoperti i resti è una struttura settecentesca che si trova all’interno del Parco delle Groane. Già da qualche giorno, era emersa l’ipotesi che il cadavere potesse appartenere al muratore albanese.

Per saperne di più –> Quarto Grado: possibile svolta nelle indagini sul cadavere murato a Senago