CONDIVIDI

JuventusLa Juventus vince la Supercoppa Italiana 2019 e alza il primo trofeo stagionale grazie ad un gol di testa di Cristiano Ronaldo. 

Era la favorita e alla fine ha vinto. La Juventus alza così il primo trofeo stagionale, lo fa in Arabia Saudita. Si tratta della Supercoppa Italiana vinta contro il Milan di Gennaro Gattuso per 1 a 0. I rossoneri non hanno affatto demeritato e hanno avuto diverse occasioni da gol, compresa una clamorosa traversa di Patrick Cutrone. Ma alla fine i più forti hanno vinto e Allegri può così vantarsi del primo titolo stagionale, un titolo al quale potrebbero far seguito molti altri. Il più ambito, inutile dirlo, la Champions League, ma lì la strada è ancora molto lunga e faticosa.

Leggi anche –> Cristiano Ronaldo in campo in Supercoppa, la ex: “Ho prove compromettenti dello stupro sulla Mayorga”

I precedenti tra Juventus e Milan: l’ultima finale di Supercoppa Italiana

Per quanto riguarda i precedenti recenti tra Juventus e Milan, le ultime due partite sono nettamente appannaggio dei bianconeri, che hanno dominato per quattro reti a zero la finale di Coppa Italia del 9 maggio 2018, con doppietta di Benatia, gol di Douglas Costa e autogol di Kalinic, e hanno anche vinto la partita di campionato del girone di andata al Meazza, imponendosi per due a zero con gol di Mario Mandzukic e Cristiano Ronaldo, mentre nel Milan va segnalata l’espulsione di Gonzalo Higuain.

Per quanto riguarda la Supercoppa Italiana, invece, questa è la terza sfida tra le due squadre, che si sono affrontate già nel 2003 e nel 2016. Entrambe le gare, la prima giocata negli Usa e la seconda a Doha, in Qatar, si sono concluse ai rigori: nel primo caso si è imposta la Juventus, nel secondo il Milan. Le due squadre, con sette vittorie a testa, sono anche le più titolate della competizione. Una curiosità: la Juventus si è presentata nelle ultime sei edizioni come detentrice dello scudetto, ma ha perso in tre occasioni, oltre che col Milan anche con Napoli e lo scorso anno con la Lazio.

Polemiche su Juventus Milan giocata in Arabia Saudita

Molte sono in queste ore le polemiche a due settimane dalla partita: contestata soprattutto la scelta della Lega Calcio di giocare in Arabia Saudita, Paese che non è di certo all’avanguardia per quanto concerne i diritti delle donne. Infatti, queste potranno recarsi allo stadio ma solo accompagnate e non potranno accedere ad alcuni settori. Lo si legge sullo stesso sito della Lega Calcio: “I settori indicati come singles sono riservati agli uomini, i settori indicati come families sono misti per uomini e donne”, si legge in un contestatissimo comunicato.

La polemica è divenuta politica, con praticamente l’intero Parlamento che ha preso posizione contro la scelta di riservare dei settori a soli uomini e prevederne altri misti: da Matteo Salvini a Laura Boldrini, per una volta, tutti sono d’accordo nel contestare una scelta simile. Intanto, Riccardo De Corato, ex vicesindaco di Milano e assessore a Sicurezza e Immigrazione di Regione Lombardia, arriva a lanciare un appello al Milan perché rinunci a giocare la competizione di fronte a queste scelte discriminatorie nei confronti delle donne.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News