Home News Terremoto a Ravenna: nuove scosse nella notte, il bilancio dei danni

Terremoto a Ravenna: nuove scosse nella notte, il bilancio dei danni

CONDIVIDI
terremoto ravenna
Ravenna, epicentro del terremoto

Terremoto nella notte vicino Ravenna: nuove scosse dopo quella di magnitudo 4.6, il bilancio dei danni con scuole chiuse e paura.

Poco dopo mezzanotte, c’è stata una scossa di terremoto in Romagna: l’epicentro a una decina di km da Ravenna, ma la scossa è stata avvertita in praticamente tutta l’Italia Centrale. Molto lo spavento tra la popolazione e decine sono state le richieste di intervento e le chiamate ai vigili del fuoco.

Leggi anche –> Terremoto fortissimo in Romagna, epicentro a Ravenna: sentito in tutta Italia

Nuove scosse, scuole chiuse e paura: parla il sindaco di Ravenna

Nel corso della notte, non sono mancate le repliche: la prima pochi minuti dopo la scossa di magnitudo 4.6, ha avuto una magnitudo di 2.1, quindi la replica più forte alle 0.29 di magnitudo 3.0 a 9 km da Cervia. Altre scosse di magnitudo superiore a 2 sono state avvertite fino a stamattina alle cinque circa. Grande è la preoccupazione che eventi simili possano ripetersi. Centinaia le segnalazioni sui social dopo la scossa della notte, con tanti che su Twitter hanno commentato l’evento sismico.

La scossa è stata avvertita in molte zone del Centro Nord e del Nord Est, da Bologna fino in Veneto, comprese Padova e Venezia. I danni sembrano lievi, ma a scopo cautelativo a Ravenna e Cervia oggi verranno effettuati dei sopralluoghi nelle strutture pubbliche, in particolare nelle scuole che resteranno chiuse. Michele de Pascale, sindaco di Ravenna, ha sottolineato in un videomessaggio: “Abbiamo preso la decisione di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado, dagli asili nidi all’università. Questo perché l’evento sismico è stato di una gravità importante. E perché prima di far entrare i nostri bambini e i nostri ragazzi all’interno delle nostre scuole vogliamo avere la certezza che vengano fatti tutti i controlli necessari a far sì che siano in totale e assoluta sicurezza”.

Terremoto a Ravenna

TERREMOTO. OGGI, MARTEDÌ 15 GENNAIO SCUOLE CHIUSEA seguito della forte scossa di terremoto che ha coinvolto il nostro territorio, è in corso alla Centrale della Polizia Municipale il Coc, Centro operativo comunale, la struttura di cui si avvale il sindaco in qualità di autorità comunale di protezione civile per la direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza, con lo scopo di attivare le prime attività di protezione civile e fronteggiare l’emergenza.Il Comune è in contatto con gli enti preposti alla protezione civile (Vigili del fuoco, Prefettura e Regione).Al momento si segnalano danni di lieve entità e non sono pervenute richieste di soccorso. Sono in corso verifiche strutturali sulle situazioni segnalate.Stante l’entità dell’evento sismico, che risulta il maggiore in termine di intensità registrato negli ultimi trent’anni, in maniera precauzionale OGGI, MARTEDI' 15 GENNAIO, VERRANNO CHIUSE TUTTE LE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DAI NIDI ALL'UNIVERSITÀ. Nel corso della giornata verranno effettuati controlli su tutti i circa 90 plessi del nostro comune.I titolari di strutture private dovranno controllare lo stato degli edifici e darne comunicazione alla Polizia locale (polizialocale@comune.ra.it) e all’Area istruzione e infanzia del Comune di Ravenna (istruzioneinfanzia@comune.ra.it).#terremoto #Ravenna

Pubblicato da Michele de Pascale su Lunedì 14 gennaio 2019

Leggi le nostre notizie su viaggi, attualità, cronaca e curiosità anche su Google News