CONDIVIDI
Francesca Cavallin
(screenshot video)

Francesca Cavallin, il dramma dell’attrice della fortunata serie televisiva ‘La compagnia del cigno’: “Anoressia e bulimia in agguato”.

C’è anche Francesca Cavallin nel cast della fortunata serie televisiva trasmessa da Raiuno, ‘La compagnia del cigno‘. La giovane attrice, classe 1976, ha raggiunto la celebrità nel 2004 all’interno del cast della fiction “Vivere”. Oggi è stata ospite negli studi di ‘Vieni da me’, dove ha raccontato particolari inediti e non propriamente piacevoli della sua vita.

Leggi anche –> Stasera in tv, La Compagnia del Cigno: trama del 14 gennaio

La battaglia dell’attrice Francesca Cavallin

Questa la drammatica confessione di Francesca Cavallin: “Ho sfiorato l’anoressia e per molto tempo ho sofferto di bulimia. Un po’ perché non mi riconoscevo, mi vedevo troppo diversa dalle altre ragazze. Ho sempre avuto un fisico molto androgino. In più vedevo le top model dell’epoca e facevo fatica a raggiungere quell’ideale di bellezza”.

“Sono malattie insidiose, che portano a provare vergogna” – ha ricordato ancora l’attrice – “Anche se con l’anoressia è più difficile perché si vede di più rispetto alla bulimia”. Francesca Cavallin ringrazia la sua famiglia: “Da queste situazioni si può uscire grazie all’amore, all’aiuto di qualcuno. Io avevo una visione di me stessa distorta. Per fortuna ho avuto la mia famiglia vicino”. Poi dice grazie anche a una persona che ha avuto vicino in quella fase della sua vita: “È stato il mio primo fidanzato. Era uno sportivo, un tennista. Una persona molto solare, pieno di voglia di vivere, che mi ha dato grande forza. Mi ha fatto sentire più rilassata nei confronti della vita”.

Leggi anche –> Uomini e Donne, Sara Affi Fella ‘drogata’ dalla tv: “Soffro di anoressia”

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News