CONDIVIDI
Giulio Andreotti aborto
(screenshot video)

Parla Serena, la figlia del compianto ex presidente del Consiglio, Giulio Andreotti: “Mio padre pentito per la legge sull’aborto”, spiega.

Serena, figlia del più volte presidente del Consiglio, Giulio Andreotti, scomparso quasi sei anni fa, ha tracciato in un’intervista a ‘In Terris‘ un ritratto inedito del padre, proprio mentre va alle stampe un romanzo mai pubblicato del genitore, Il buono cattivo, scritto tra il 1974 e il 1975 e ora pubblicato da “La nave di Teseo”.

Potrebbe anche interessarti –> Paola Perego, la verità sul malore di Andreotti dieci anni dopo

Serena Andreotti: dal rapporto col padre alla fede

Si parte dai ricordi personali di Serena Andreotti: “Era molto affettuoso, attento, quando eravamo piccoli ci viziava. Era anche un padre che stava spesso fuori casa, dunque lo vedevamo piuttosto poco, però la quantità di tempo scarsa era compensata da una qualità immensa”. L’intervista tocca poi il tema della legge 194/78 sull’aborto: “La legge è del 1978, quando anni dopo un ginecologo, credo fosse il prof. Adriano Bompiani, gli mostrò delle ecografie ostetriche, lui fu molto colpito e ne ebbe una pena enorme. Anche se allora la firma fu dettata dalla ragion di Stato, rimase per lui un rammarico”.

Spazio poi al rapporto di Giulio Andreotti con la fede: “Mio padre era molto credente. Andava a Messa tutti i giorni, dovunque si trovasse anzitutto chiedeva dove fosse una chiesa in cui poter andare per partecipare alla liturgia. Ma era una fede anche molto vissuta nella vita concreta, alimentata dall’aver conosciuto persone di straordinario livello. Aveva poi una devozione particolare nei confronti di Santa Teresa del Bambino Gesù e di San Josemaría Escrivá de Belaguer; il messaggio di quest’ultimo è chiaramente un invito al laico impegnato, che era la missione che babbo sentiva di dover svolgere”.

Leggi anche –> “Siamo contro l’aborto e ci perseguitano”, la denuncia di ProVita Onlus

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News