CONDIVIDI
Ecco cos'è il manifesto firmato da Grillo
(Getty images)

Patto per la scienza: scopriamo cos’è il manifesto firmato da Beppe Grillo che ha fatto infuriare buona parte dei sostenitori del Movimento 5 Stelle.

Nelle scorse ore Beppe Grillo ha condiviso sul proprio blog l’appoggio al Patto per la scienza, commentandolo con una frase di Claude Levi Strauss: “lo scienziato non è l’uomo che fornisce le vere risposte; è quello che pone le vere domande”, ed ancora si legge: “Nella scienza non si crede: o si capisce oppure non si capisce. E’ una modalità di comprensione delle cose del mondo che deve essere capace di prescindere da qualsiasi pregiudizio”. Tale presa di posizione ha sollevato un polverone tra molti sostenitori del Movimento 5 Stelle che si sono sentiti traditi dal cofondatore del partito di maggioranza.

Fino allo scorso anno, infatti, il Movimento 5 Stelle contestava duramente la presa di posizione del PD e del ministro della Salute Beatrice Lorenzin contro il movimento No Vax. L’allora governo, infatti, aveva fatto passare una legge che obbligava i genitori dei bambini in età scolare alla vaccinazione dei figli. La pena per non aver osservato l’obbligo era l’esclusione dalle lezioni e dagli ambienti scolastici. Tale misura era stata presa in difesa dei bambini non vaccinati che, al contatto con batteri e virus e senza l’adeguata vaccinazione, rischiavano di contrarre malattie che i vaccini hanno debellato da tempo. Ma perché l’adesione al Patto per la scienza scontenta i sostenitori No Vax?

Leggi anche -> Bari: otto casi di morbillo, focolaio causato da figlia di no vax

Leggi anche -> Mamma no-vax contro Burioni: “So che vai al mare, spero che affoghi!”

Patto per la scienza: un manifesto contro le pseudoscienze e i no vax

La risposta al quesito precedente è semplice, il Patto per la scienza è un manifesto per la salvaguardia del sapere scientifico dalle teorie a-scientifiche che circolano sul web e permettono la formazione di movimenti basati su false evidenze. Inutile dire che una di queste teorie a-scientifiche è quella dei No Vax, causa della convinzione di migliaia di italiani che sia meglio non vaccinare i figli per paura di chissà quale conseguenza (si sostiene che i vaccini causino autismo). D’altronde il maggiore promotore del Patto è Burioni, nemico giurato dei No Vax e principale antagonista del fenomeno.

Proprio Burioni ha condiviso per primo la firma di grillo al manifesto per la salvaguardia del sapere scientifico, scrivendo sul proprio blog: “Oggi è successa una cosa molto importante: Beppe Grillo e Matteo Renzi hanno sottoscritto (insieme a molti altri), un patto a difesa della scienza. Perché ci si può dividere su tutto, ma una base comune deve esserci. La scienza deve fare parte di questa base”, dice Burioni che poi aggiunge: “Perché non ascoltare la scienza  significa non solo oscurantismo e superstizione, ma anche dolore, sofferenza e morte di esseri umani”. Proprio per l’interesse superiore rappresentato dalla scienza, il patto si propone di essere apolitico, una base di partenza dalla quale nessuno può discostarsi.

Leggi le nostre notizie anche su Google News